240222-var-uefa-arbitri-stadio-europaleague-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco. Copyright © 2021 Il Mio Napoli. All rights reserved

VAR ok, ma cosa non VAR? Errori ridotti dell’86%, ma ecco come si potrebbe perfezionare

Figure specializzate, challenge e diffusione delle immagini sui maxischermi degli stadi i temi da approfondire

Il dettaglio delle statistiche dell’ultima stagione conferma l’importanza del VAR: errori ridotti in serie A dell’86%. Il problema è che i meccanismi ancora troppo spesso s’inceppano, finendo per creare cortocircuiti inaccettabili. Il protocollo appare già superato, troppo rigido, limitativo. Da un’analisi condotta dal Corriere della Sera emergono delle problematiche di fronte alle quali FIGC, Lega Serie A ed Arbitri stanno già pensando a soluzioni da adottare fin dalla prossima stagione. Per molte di esse è necessaria la ratifica internazionale dell’IFAB.

Divisione carriere e fuorigioco semiautomatico.
Il primo passo, già allo studio, è proprio la creazione di una figura specializzata, che si occupi solo di fare il varista, con tanto di ranking. Un orientamento che all’estero e già stato avviato. Ma oltre alla specializzazione dei ruoli, la cosiddetta «divisione delle carriere», occorre una linea più condivisa e chiara su rigori e fuorigioco: ancora troppi episodi valutati in maniera diversa. Il fuorigioco semiautomatico che debutterà al Mondiale in Qatar può essere un grande passo avanti, ma dovrà comunque fare i conti con l’elemento umano: a decidere fra una posizione attiva o passiva sarà comunque l’arbitro.

Il tema “challenge”.
C’è poi anche il tema del challenge: è sempre più diffusa l’idea che concedere la possibilità di «chiamata» alle squadre potrebbe avere un effetto positivo, a patto di non farla diventare «un’arma tattica» spezzare il ritmo e perdere tempo. L’idea è ottima, ma l’IFAB per ora non ci sente.

Maxischermi e app.
Alla base di tutto, la finalità è la trasparenza. Un progetto allo studio riguarda la riproposizione degli episodi sui maxischermi degli stadi, in modo che i tifosi dal vivo possano capire cosa accade. L’altra innovazione è una app con i dialoghi arbitri-Var, scaricabile ogni lunedì dai tifosi.

Fonte: Corriere della Sera