26092021-insigne-osimhen-gol1-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Obodo: “ADL ha lasciato andare Insigne. Osimhen come Ronaldinho”

Intervistato dai microfoni di SerieANews.com, queste le parole di Christian Obodo, ex Udinese e attuale dirigente sportivo negli USA. Un giudizio su quello che sta attraversando il Napoli con Koulibaly? “Ho capito che De Laurentiis ha lasciato andare Insigne, ma deve accontentare Koulibaly, deve dargli quello che vuole. Come lui non c’è nessuno. Se va via è complicato, la Juve spenderà e lo farà anche il Milan campione che vuole fare una bella Champions”.

Hai visto cos’è successo tra Italia e Macedonia del Nord?  “Ancora non posso crederci. Due miei amici mi dicono sempre ‘minchia’, le tue due squadre (Nigeria e Italia, ndr) non andranno al Mondiale. E’ una brutta cosa, due Paesi così al Mondiale ci devono stare sempre, soprattutto gli azzurri. La Serie A è piena di campioni, ha fatto la storia con le vittorie ai Mondiali e agli Europei. Per me l’Italia deve stare sempre al Mondiale”.

Che poi, la Nigeria al Mondiale non è andata per la regola dei gol in trasferta. “Abbiamo sprecato la partita in casa. E’ una brutta regola. Un cambiamento? Lo sai, è una cosa della FIFA… Regole strane, che capiscono solo loro”.

Tu ti trovi negli Stati Uniti in questo momento. Secondo te Insigne farà bene in MLS?
“Certo, è ovvio. Se non fa bene in America dove dovrebbe giocare? Giocherà con la sigaretta in bocca. E’ forte, mi piace davvero. Ha tutto. Qui deve solo venire a divertirsi. E’ tutto bello, anche il clima. L’ingaggio è sicuramente ottimo. Quindi, cosa vuoi di più?”.

Anche Chiellini si divertirà.
“Ha fatto la storia con la Juventus. Cambiare città, Paese, e venire in America non è per niente una brutta idea”.

Osimhen, invece, connazionale di Obodo, dove può arrivare?
“Lo dicevo anche prima che arrivasse al Napoli. Si vedeva che era fortissimo. Se non avrà infortuni, darà tutto quello che c’ha. E’ uno che non si risparmia mai, dà tutto sé stesso per la squadra. E’ un vincente, credo che arriverà il più in alto possibile. Se trovi un giocatore che dà il massimo, piacerà a ogni allenatore. Agli allenatori piacciono quelli che danno tutto, dentro e fuori dal campo. Basta che non faccia più feste (ride, ndr)”.

E’ velocissimo.
“Sì, ha il motorino… Ma poi è come Ronaldinho. Ride sempre, qualsiasi cosa faccia, giusta o sbagliata. E ride, non si capisce quando piange. Non ho mai visto Ronaldinho piangere. Se sbaglia ride, se fa il tunnel ride, se non fa niente ride, se cammini per strada ride. Ma fa bene, la vita è una, a un certo punto vai dall’altra parte”

Fonte: Serie ANews