liga-ilmionapoli

Fondi nel calcio: CVC entra nella Liga spagnola e dà 3 miliardi ai club

I fondi fanno ricco il calcio. Lo avevano capito anche in Italia, prima di mollarli. Lo hanno concretizzato in Spagna. Cvc Capital Partners, finanziaria britannica specializzata in private equity, entrerà nel calcio. Garantirà ricchezza e competenze di gestione alla Liga, campionato spagnolo. L’affare era stato ideato e progettato per la Serie A, per restituire al nostro torneo il ruolo di leader continentale: era stato il presidente di Lega Paolo Dal Pino a proporlo alle società italiane. L’idea accolta a novembre con l’unanimità dei favori non si è mai realizzata: nei mesi successivi si sono staccate in sette, quota decisiva perché l’assemblea non avesse più i numeri per aprirsi al cambiamento. Un’operazione definita che salta a un passo dal traguardo. Sarà così la Liga a proiettarsi nel futuro: ha raggiunto un accordo preliminare per la cessione del 10% delle quote a Cvc per 2,7 miliardi di euro, incasso che permetterà di finanziare i propri piani di sviluppo a lungo termine.

“L’accordo punta a favorire le trasformazioni in atto nel mondo dell’intrattenimento e a massimizzare le opportunità di crescita per i club”, si legge nella nota. Manca soltanto l’approvazione del comitato esecutivo della Lega spagnola e dei club, in programma mercoledì. Ma non si prevedono clamorosi dietrofront. Grazie alla spinta dell’investimento, l’obiettivo della Liga diventa quello di eguagliare o superare il business della Premier League, oggi la competizione più ricca al mondo, nei prossimi sei-sette anni. Il denaro verrà utilizzato prevalentemente per migliorare le infrastrutture e la tecnologia. Ma sarà anche investito in sviluppo del marchio e del prodotto, strategia di comunicazione, piano di innovazione e di ampliamento dei contenuti su piattaforme digitali e reti sociali. Ma è evidente che la nuova liquidità in cassa permetterà ai club spagnoli già nelle prossime sessioni di mercato di acquistare i giocatori più bravi e costosi. Il Real dovrebbe ricevere 270 milioni, il Barcellona 261.

Fonte: Gazzetta dello Sport