29112020-napoli-magliabiancazzurra-insigne-maradona1-www.sscnapoli.it© SSC Napoli

Insigne, altro rigore contro la Juve: maledizione scacciata e raggiunto Diego in A

Il capitano del Napoli ha eguagliato le 81 reti realizzate in campionato da Maradona. Ed è diventato il 5° cannoniere di sempre avendo superato le 104 marcature di Cavani (105)

Da Lorenzo Insigne arrivano le notizie migliori rispetto alla sconfitta del Napoli nel recupero di campionato in casa della Juventus. Il suo rigore trasformato al 90′ è servito, innanzitutto, ad evitare il vantaggio per la Juve negli scontri diretti dopo l’1-0 dell’andata. Un successo maturato grazie ad un altro rigore, sempre realizzato da Lorenzino, il quale è stato utile per scacciare via l’errore in Supercoppa a Reggio Emilia e la maledizione dei penalty contro i bianconeri. Dopo la gara del Mapei e prima di Napoli-Juve del 13 febbraio, infatti, aveva sbagliato quattro rigori su 26 calciati in totale e tre dei quali proprio contro la Vecchia Signora.

Ora per Insigne il computo totale è di 25 rigori segnati e 4 sbagliati ma, soprattutto, nel confronto personale contro la Juve, è di 2 segnati e 3 falliti su 5 calciati in totale.

Non solo. Con il gol segnato alla Juventus, il capitano del Napoli raggiunge Diego Armando Maradona al quarto posto nella classifica dei bomber del Napoli in Serie A con 81 gol. Inoltre Lorenzo Insigne supera l’ex compagno di squadra Edinson Cavani al quinto posto della speciale graduatoria dei bomber “all time” azzurri con 105 reti.