Ad imageAd image

Pirata travolge canoa in mare a Posillipo: perde la vita una donna di 30 anni

Simone Meola
Simone Meola
2 Min di lettura

Una canoa viene investita con a bordo due ragazzi: per la donna non c’è stato nulla da fare

Un pirata del mare ha ucciso una donna nella giornata di ieri a Posillipo, quartiere di Napoli. Si trovava a bordo di una canoa, di colore arancione, proprio per essere più visibile, noleggiata a Riva Fiorita, con un ragazzo di 23 anni. I due stavano trascorrendo una giornata serena a meno di mezzo miglio dalla costa quando ad un certo punto sono stati centrati dal natante, che dopo la collisione non ha arrestato la navigazione, allontanandosi subito dal luogo dell’impatto. I ragazzi sono stati individuati da un diportista che li ha soccorsi, ma purtroppo per la donna non c’è stato nulla da fare. Era già morta.

La prima ricostruzione:

Secondo una prima ricostruzione la canoa si sarebbe rovesciata, probabilmente in seguito a una collisione con un natante che poi si sarebbe allontanato. Sul posto è intervenuta la Guardia costiera, allertata dal proprietario di un motoscafo che transitava in zona. Sono in corso indagini e approfondimenti per ricostruire la dinamica dell’accaduto.

La Guardia Costiera è intervenuta con una motovedetta che, dopo aver risalito la corrente, ha ritrovato il corpo senza vita della giovane che galleggiava in superficie, trasferendolo all’obitorio. Nella sala operativa della Capitaneria sono stati sentiti sia il giovane sopravvissuto, sia il diportista che l’ha soccorso, per ottenere notizie utili a identificare la barca pirata.

Fonte: Ansa

Condividi questo articolo