Ad imageAd image

Napoli, il fallimento della stagione é da attribuirsi a decisioni societarie

Matteo Calitri
Matteo Calitri
1 Min di lettura
© Il Mio Napoli - Foto Marco Bergamasco

La stagione del Napoli è stata definita problematica e complicata in una dettagliata analisi della Gazzetta dello Sport. Si punta il dito contro le decisioni societarie che hanno contribuito a creare instabilità e incertezza: due sessioni di mercato giudicate fallimentari e il cambio frequente di allenatori, ben tre nel corso della stagione, hanno lasciato il segno. Il club ha vissuto momenti di grande confusione, con ogni nuovo allenatore che si è rivelato più un traghettatore temporaneo che una soluzione a lungo termine, incapace di stabilire un rapporto solido con la squadra e quindi facilmente sacrificabile alla prima difficoltà. All’interno di questo contesto turbolento, la gestione da parte del presidente Aurelio De Laurentiis è stata particolarmente interventista. Ha tentato di salvare la situazione più volte, prima cercando di sostenere Garcia e poi Mazzarri, senza successo. Ora, la narrazione attorno alla squadra sembra essere cambiata: il tempo degli alibi è finito e nelle prossime cinque partite i giocatori dovranno dimostrare il loro valore e la loro idoneità a rappresentare il Napoli e a meritarsi una conferma per il futuro.

TAG:
Condividi questo articolo