Ad imageAd image

Calzona: “Sul Ko con l’Atalanta non ha influito né la vicenda Juan Jesus né il mio doppio incarico”. Poi replica a Gasp

Mauro Cucco
Mauro Cucco
2 Min di lettura

Il tecnico dell’Atalanta aveva parlato di Napoli privo di entusiasmo

Secondo Francesco Calzona sulla prestazione nefasta del Napoli contro l’Atalanta (sconfitta 0-3) non ha influito né la vicenda relativa a Juan Jesus né il suo doppio incarico con la Slovacchia. L’allenatore calabrese non ne ha fatto mistero nella conferenza stampa post-partita: “La vicenda Juan Jesus non ha condizionato minimamente la contestazione della squadra. Il mio doppio incarico? Neanche. Io ho già parlato di questa situazione e non ha influito. Allenare la Nazionale ed un club si può fare solo in questi momenti, altrimenti sono situazioni che non sono compatibili. Di solito, durante la sosta per le Nazionali, in un club puoi solo fare lavoro fisico. E’ difficile fare tattica, perché mancano tanti giocatori. Ma anche nella normalità provi a mantenere i calciatori in una condizione fisica accettabile e questo è stato fatto”.

Gasperini, nella sua conferenza stampa, ha parlato di un Napoli senza entusiasmo. Calzona rispedisce al mittente la critica: “No, questo no perché la squadra fino al 90esimo, nella confusione totale, ha provato a rimontare la partita. Abbiamo avuto quattro occasioni nitide e una squadra che non ha entusiasmo non crea tutto questo. Però le abbiamo create con confusione e quando si cambia modulo riusciamo a creare solo per situazioni casuali. La squadra ha provato a restare in partita fino all’ultimo”.

TAG:
Condividi questo articolo