Ad imageAd image

Calzona: “Doppio ruolo incompatibile con gare ufficiali. Juan Jesus? Non l’ho sentito. Champions, ci crediamo!”

Gianmarco Ruocco
Gianmarco Ruocco
2 Min di lettura
© Il Mio Napoli - Foto Marco Bergamasco

Francesco Calzona, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sportmediaset. Nel corso del suo intervento, il tecnico azzurro ha parlato sia del suo doppio incarico che del caso Acerbi-Juan Jesus. Queste le sue parole: “Il doppio ruolo tra Napoli e Slovacchia è compatibile solo in questo periodo, senza partite ufficiali. È capitata questa situazione in un momento fattibile, non credo sia una cosa compatibile quando ci sono gare importanti da giocare. Ho dei ragazzi che mi seguono, dobbiamo raggiungere una prestazione di prestigio e vincere sempre. Abbinare qualità e risultati non è sempre facile. Devo ringraziare la squadra che ce la sta mettendo tutta”.

Juan Jesus-Acerbi? “Dico la verità, non ho sentito il mio difensore. A fine partita l’ho visto giusto 30 secondi e gli ho fatto i complimenti. La giustizia sportiva farà il suo corso e vediamo come andrà a finire”.

© Il Mio Napoli – Foto Marco Bergamasco

Calzona ha parlato anche della speranza di riagganciare un posto in Champions per il Napoli: “Ho dei ragazzi che mi seguono, sono venuti tutti fuori da una situazione difficile. Il risultato ci condanna perché per raggiungere una posizione di prestigio dobbiamo vincere sempre, a volte non ci riesci perché c’è molta pressione, per cui abbinare qualità nel gioco, tattica e risultati non è facile, ma i ragazzi ce la stanno mettendo tutta, ci credono così come ci credo anch’io. La matematica non ci condanna ma bisogna vincere qualche partita in più, magari fare il filotto per rientrare. Abbiamo la fortuna di avere degli scontri diretti con le nostre avversarie che sono davanti e dobbiamo sfruttarli assolutamente”.

TAG:
Condividi questo articolo