Ad imageAd image

Bagni: “L’obiettivo Champions è ancora possibile. Vi dico a chi affiderei la panchina”

Gianmarco Ruocco
Gianmarco Ruocco
2 Min di lettura
© Il Mio Napoli - Foto Marco Bergamasco

Salvatore Bagni, ex calciatore del Napoli, ha parlato sulle pagine di Tuttosport. Queste le sue parole: “L’obiettivo Champions League è ancora possibile per il Napoli, ma solo in chiave quinto posto. Ammesso che varrà. La quarta posizione ormai è andata: ci arriverà il Bologna, che ora ha un calendario discretamente abbordabile, oltre a star bene fisicamente e mentalmente. I rossoblù hanno fatto una stagione fantastica e si meritano questo traguardo”.

Sul momento degli azzurri: “Prima di Calzona sono stati fatti troppi esperimenti tattici, coi giocatori che erano in evidente confusione. D’altronde Mazzarri ci ha provato a fare il 4-3-3, ma non era nelle sue corde. Tanto che poi è passato a 3 dietro. Adesso c’è un’identità ben definita. Calzona ha trovato gli equilibri giusti e stiamo rivedendo un buon Napoli. L’errore principale è stato a monte con la scelta di prendere Garcia: tra lui e i calciatori non c’è mai stata empatia. Il tecnico francese ha voluto rivoluzionare un giocattolo, che andava alla perfezione rompendo gli equilibri di una squadra, che giocava a memoria. Tranne Kim il Napoli è lo stesso dell’anno scorso”.

In ultimo un passaggio sulla panchina: “Tra i tanti nomi circolati quello di Italiano mi sembra quello giusto. Vincenzo è un allenatore propositivo e fa il 4-3-3, che è nelle corde di questa squadra. Mi piace molto, in più fa giocar bene le sue squadre: è un’esteta. Altrimenti, se dovesse arrivare quinto, non mi dispiacerebbe tenere Calzona: ha fatto un bel lavoro, visto che è arrivato in una situazione, dove regnava la confusione totale. Avessero preso lui invece di Mazzarri a novembre, il Napoli avrebbe raddrizzato e salvato la stagione”.

TAG:
Condividi questo articolo