Ad imageAd image

De Laurentiis: “Con Spalletti un matrimonio felice. Abbiamo regalato un sogno a Napoli”

Mauro Cucco
Mauro Cucco
2 Min di lettura

Il patron ha ricevuto il premio per miglior squadra dell’anno 2023. Abbracci e sorrisi con l’ex allenatore: “Devi organizzare una rimpatriata del Napoli da te in campagna, tanto fino a marzo che hai da fare”

Gran Galà del Calcio AIC con Aurelio De Laurentiis che raccoglie il premio di miglior squadra dell’anno per il suo Napoli Campione d’Italia. “Lo scorso è stato un anno indimenticabile perché atteso da 30 anni. Siamo riusciti a regalare a questa città un sogno”. Lo ha detto il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, ricevendo il premio per la miglior squadra della stagione 2022/23 durante il Gran Galà del Calcio AIC.

“Con Spalletti è stato un matrimonio felice”, ha aggiunto il patron azzurro che prima dell’evento ha anche salutato lo stesso tecnico oggi ct dell’Italia.Quando lui mi disse che non se la sentiva più di continuare, ho preferito lasciarlo andare. Non commettendo l’errore che feci con Benitez qualche anno prima”. De Laurentiis dopo aver ricevuto il premio ha inoltre ringraziato lo stesso Spalletti, la squadra, il direttore sportivo Giuntoli “con cui abbiamo condiviso otto anni” ma “soprattutto i tifosi del Napoli che meritano questo Scudetto. La squadra era un gruppo fortissimo, senza individualismi”.

“A Napoli esiste un solo mito, che è Maradona – racconta De Laurentiis – Noi siamo riusciti a portare in città un sorriso e a dare un segnale ai più piccoli, che oggi tifano ancora di più. Quando giunsi a Napoli, arrivai in un campetto e c’erano tre bambini; uno con la maglia del Milan, uno dell’Inter e uno della Juve. Quando gli chiesi il perchè, mi dissero: ‘E tu chi ca**o sei’. E lì capii che c’era molto da lavorare”.

Condividi questo articolo