Ad imageAd image

Con Mazzarri tornano i “titolarissimi”: individuati almeno 6 calciatori

Redazione
Redazione
2 Min di lettura
© SSC Napoli

Da Di Lorenzo alla coppia Kvara-Osi compreso l’intero centrocampo

Walter Mazzarri ha lasciato tantissimi ricordi nel Napoli di De Laurentiis ed ora che è tornato stanno riaffiorando tutti. E’ in riferimento alla sua gestione dal 2009 al 2013 che venne coniato il termine dei “titolarissimi”. E’ pur vero che, all’epoca, la rosa non era così profonda come si ritrova adesso. Però, qualche “titolarissimo” può definirsi tale ancora oggi. Li ha individuati il Corriere dello Sport. C’è il capitano, Giovanni Di Lorenzo, che ha una resistenza alla fatica impressionante e che non ne salta una, un extraterreste, resterà tale con Mazzarri, è il suo Maggio moderno, non si muoverà dalla fascia (destra), la occuperà nella sua lunghezza, magari gli verrà chiesto pure altro, gli assist e i gol ad esempio, che non sono mai mancati.

Poi c’è Lobotka. Che è uno, non ha eguali, non ha emuli e neppure simili, ha ritmi e palleggio che sfuggono alla banalità e quindi resterà in campo finché fiato lo sostenga. Al fianco dello slovacco compare Anguissa, con cui è nato subito un certo feeling, in neanche ventiquattr’ore. Un calciatore di quelli che piacciono a Mazzarri, perché non rinunciano a niente, men che meno a uno scatto. A completare il reparto di centrocampo Zielinski, con quei piedi che riportano ad Hamsik. Infine, in attacco, Kvara e Osimhen, messi assieme, sanno di classe e talento allo stato puro. Le prime due maglie a loro. Due dei sei “titolarissimi”: un termine di mazzarriana memoria che torna d’attualità.

Fonte: Corriere dello Sport

Condividi questo articolo