Ad imageAd image

Bagni: “Garcia? Quello che ha fatto De Laurentiis non lo aiuterà”

Simone Meola
Simone Meola
3 Min di lettura
© Il Mio Napoli - Foto Marco Bergamasco

Le argomentazione dell’ex calciatore del Napoli sui Campioni d’Italia e non solo

Salvatore Bagni, dirigente sportivo ed ex calciatore del Napoli, è intervenuto ai microfoni della trasmissione ‘Si Gonfia la Rete’ parlando dei Campioni d’Italia e del loro momento. Prima di tutto, ha parlato della faccenda De Laurentiis-Garcia, e dal possibile esonero si è passati alla permanenza del tecnico francese.

“Spero che il tentativo di De Laurentiis possa portare frutti, ma i rapporti umani rimangono. Quando ti senti “tradito”, i rapporti come si fanno a costruire? Attraverso i risultati. Se Garcia vincerà, dimenticheremo tutto, ma quello che è successo non aiuterà l’allenatore. Forse De Laurentiis era convinto di convincere Conte, così non è stato per cui è dovuto andare a Castelvolturno a parlare con Garcia. Parole che non contano nulla perché quello che Garcia pensa è diverso da quello che fa vedere. Deve accettare la situazione sperando che qualcosa possa cambiare attraverso i risultati. I rapporti non si cuciranno più”.

Successivamente, Bagni, ha parlato di Osimhen e ha paragonato il Napoli di questa stagione alla precedente:

I nigeriani hanno più attaccanti di noi, tutte prime punte. Boniface credevo potesse essere l’ideale per il Napoli ove mai venisse ceduto Osimhen. Il Saint-Gilloise lo ha dato a 6 milioni, ora al Bayer Leverkusen ha un valore inestimabile anche perché non solo segna tanto, ma fornisce anche molti assist.

Il Napoli è inferiore rispetto all’anno scorso, inferiore nei cambi, nei giocatori che sono arrivati e che non faranno la differenza. Quelli arrivati, non me ne vogliano, ma sono dei rincalzi. La rosa è inferiore rispetto all’anno scorso e se Garcia non utilizza nemmeno Elmas che è stato il 12esimo di Spalletti vuol dire che togli un altro potenziale pericolo per gli avversari.

Se non dovesse farcela Osimhen contro il Verona, metterei Raspadori che finalmente potrà giocare nel suo ruolo.

Ha concluso parlando di Lindstrom, esterno offensivo utilizzato ancora poco da Garcia:

“Lindstrom? E’ un giocatore forte, ma non viene messo nelle condizioni per fare bene. Non so perché sia stato acquistato, per sostituire Lozano poi. Come fa a dribblare Lindstrom sulla fascia? Lui ha bisogno di spazio, ha la velocità e la tecnica oltre al tiro. Mi piace tantissimo, ma non in quel ruolo e se è stato preso per sostituire Lozano ho qualche dubbio. Se lo fai giocare lì, vuol dire che non hai fiducia in lui”.

Condividi questo articolo