Ad imageAd image

Svolta nel caso Orlandi, il Vaticano trasmette gli atti alla procura di Roma

Gianmarco Ruocco
Gianmarco Ruocco
1 Min di lettura

Dopo 40 anni dalla scomparsa un altro capitolo sulla vicenda Emanuela Orlandi si sta per aprire. E’ notizia di oggi che il promotore di giustizia, Alessandro Diddi, ha annunciato di aver trasmesso tutta la documentazione sul caso alla procura di Roma. Una decisione basata sul fatto che nell’esaminare il materiale siano affiorate alcune piste di indagine meritevoli di ulteriore approfondimento. Spetta adesso alla stessa procura della capitale esaminare il materiale e procedere nella direzione più opportuna.

Il commento di Pietro Orlandi, fratello di Emanuela, sulla decisione del Vaticano rilasciato all’agenzia Ansa: “Quaranta anni sono tanti. È un primo passo l’attività svolta dal Vaticano. Mi auguro che la documentazione fornita alla Procura di Roma sia rilevante e che il Vaticano continui a collaborare fattivamente con la Procura stessa. Sono tante le cose da chiarire, mia sorella merita verità e giustizia”.

TAG:
Condividi questo articolo