Ad imageAd image

Rudi Garcia, l’esperienza con piazze calde come Marsiglia e Roma potrebbe aiutarlo a Napoli

Gianmarco Ruocco
Gianmarco Ruocco
2 Min di lettura
© Official Account Twitter Rudi Garcia

Rudi Garcia ha già allenato il Marsiglia e la Roma. Due piazze molto calde, come Napoli, che gli hanno datto l’esperienza per potersi rapportare al meglio con il tifo partenopeo

Rudi Garcia è ufficialmente il nuovo allenatore del Napoli. Dopo molta attesa, il presidente De Laurentiis ha rotto il silenzio ufficializzando l’accordo con il mister francese. Un patto, tra i due protagonisti, nato prima sul piano umano che su quello tecnico. Come voluto sottolineare dallo stesso Adl nel comunicato stampa, l’intesa si è sviluppata sulla base di una frequentazione e conoscenza degli ultimi 10 giorni. Saper conquistare il patron azzurro è un privilegio ai più negato. Ed è proprio il carattere del francese il suo principale sponsor per un percorso a Napoli ricco di soddisfazioni.

Rudi Garcia, nel corso della sua carriera, si è trovato a dover affrontare piazze molto calde. Basti pensare alle sue esperienze a Roma e Marsiglia. Entrambe le tifoserie sono tra le più intransigenti d’Europa ed anche un piccolo errore sul piano della comunicazione può risultare fatale. Un modo di vivere il calcio molto simile alla realtà partenopea. La squadra, infatti, esula spesso dal mero piano sportivo per ergersi a simbolo di una città, a fede laica.

© Il Mio Napoli – Foto Marco Bergamasco

Saper cavalcare l’entusiasmo quando serve e smorzare le polemiche quando eccessive, risulta essere fondamentale ai fini di una cospicua convivenza. Il fatto che Garcia non sia nuovo a questo tipo di situazioni ma abbia già maturato un certo grado di accortezza offre ottime rassicurazioni. Come dimostrato da Spalletti, poi, per poter vincere in realtà così particolari è necessario che tutti remino dalla stessa parte: il tifo, la società e la squadra. La sfida è quindi di quelle che valgono una carriera ma, come già più volte detto, Garcia potrebbe essere il condottiero perfetto per le prossime battaglie azzurre.

Condividi questo articolo