Ad imageAd image

Nuovo allenatore Napoli: Garcia e Galtier piste calde, Sousa e De Zerbi tra le alternative

Mauro Cucco
Mauro Cucco
3 Min di lettura
© Il Mio Napoli - Foto Marco Bergamasco

Per il nuovo allenatore del Napoli c’è un groviglio di nomi sul taccuino di Aurelio De Laurentiis, che da tempo medita di affidare la panchina del suo club ad uno straniero, un profilo internazionale. E la pista straniera al momento resta quella più accreditata con i nomi di Rudi Garcia e Christophe Galtier. Per quanto riguarda il primo, l’edizione odierna de Il Mattino rivela che ci sarebbe già stato un incontro col presidente. De Laurentiis è alla ricerca di un profilo esperto che possa dare continuità tattica al 4-3-3 vincente di Luciano Spalletti e il quotidiano scrive di un casting che si è spostato in Francia per esaminare il profilo di Rudi Garcia, ex allenatore della Roma, reduce dall’esperienza all’Al-Nassr. Pertanto nelle ultime ore sono in crescita le sue quotazioni: è svincolato e conosce fin troppo bene il campionato italiano. Il modulo utilizzato più spesso è il 4-2-3-1 e a quanto pare presidente e allenatore si sarebbero già incontrati.

Anche il profilo di Galtier, ora, sembra essere tra i più quotati per diversi motivi. Al Paris Saint Germain ha vinto comunque lo scudetto in riva alla Senna, ed ha da tempo dato disponibilità al trasferimento all’ombra del Vesuvio. Anche nel caso di Galtier il modulo caro al patron azzurro non sarebbe affatto un problema. Altro particolare importante è la conoscenza di Victor Osimhen che l’allenatore ha svezzato ai tempi del Lille.

© Il Mio Napoli – Foto Marco Bergamasco

Ma al di là della doppia pista francese, l’edizione odierna de Il Mattino parla anche di altre alternative. Circolano voci sul nome di Paulo Sousa, attuale tecnico della Salernitana, per cui c’è un interessamento del Napoli però limitato da due aspetti: il ds De Sanctis deve sciogliere gli ultimi dubbi e far sottoscrivere al tecnico un contratto sino al 2024. In caso di separazione, poi, ci sarebbe una penale da pagare di circa un milione e su questo ADL è stato chiaro. Ma chissà che negli uffici della Filmauro, sulla scrivania del patron, non ci sia l’idea di «stuzzicare» il talento puro di Roberto De Zerbi che ha incantato la Premier League con il suo Brighton.

Fonte: Il Mattino

Condividi questo articolo