Ad imageAd image

Spalletti saluta Napoli dopo due anni, con la Sampdoria l’ultimo ballo al Maradona

Alessandro Scognamiglio
Alessandro Scognamiglio
2 Min di lettura
© Il Mio Napoli - Foto Marco Bergamasco

La storia tra Spalletti e gli azzurri è giunta al capolinea

Luciano Spalletti dopo due anni intensi è giunto al capolinea della sua avventura sulla panchina del Napoli. Il match odierno con la Sampdoria sarà il saluto del tecnico toscano ad un popolo che l’ha amato dal primo giorno e che lo ringrazierà in eterno per aver riportato il tricolore nella città di Partenope. Nella prima stagione Spalletti ha conquistato il terzo posto in campionato, alle spalle di Inter e Milan, con 24 vittorie 7 pareggi e 7 sconfitte. In tutta la stagione, dunque aggiungendo le gare di Europa League e Coppa Italia, lo score recita: 27 vittorie 9 pareggi e 11 sconfitte.

© Il Mio Napoli – Foto Marco Bergamasco

La seconda stagione, vale a dire quella ancora in corso, ha rappresentato un annata storica per il club partenopeo. Dopo 33 anni lo Scudetto è tornato all’ombra del Vesuvio e per la prima volta gli azzurri hanno raggiunto i quarti di finale di Champions League. In Serie A lo score recita 27 vittorie, 6 pareggi e 4 sconfitte (senza contare la gara odierna con la Sampdoria) che valgono 87 punti e un campionato vinto con 5 giornate d’anticipo. Nella massima competizione europea il bilancio è di 7 vittorie 1 pareggio e 2 sconfitte. Spalletti ha riscritto la storia di questo club, grazie alle sue idee, la sua tenacia e la sua fame di vittoria. Un uomo forte che ha portato con se un destino di ugual misura.

Condividi questo articolo