130121-arbitri-ayroldi-designazioni-www.sscnapoli.itPhoto by Marco Bergamasco. Copyright © 2021 Il Mio Napoli. All rights reserved

Arbitri al via. Trentalange: “Sarà una stagione anomala”. Rocchi: “Ho commesso qualche errore”

Anche gli arbitri si preparano alla prossima stagione con diverse novità. Ne ha parlato Alfredo Trentalange, presidente dell’Aia, in occasione della presentazione dei quadri tecnici per la stagione 2022-23: “Questa è una giornata importante perché gli Organi Tecnici, nuovi e riconfermati, assumono a pieno titolo e con grande responsabilità quello che sarà l’andamento della prossima Stagione Sportiva. Ci sono stati alcuni cambiamenti e abbiamo effettuato un’analisi di quello che si può fare meglio. Desideriamo rivolgere un grande ringraziamento a tutti coloro che hanno lavorato. Consideriamo estremamente importante il fatto che gli Organi Tecnici lavorino in squadra”.

“L’obiettivo è quello di parlare tutti la stessa lingua ed avere i medesimi obiettivi, condividendoli con gli altri. Sarà una stagione complicata e anomala, ma siamo sicuri che l’AIA sia in mano a persone qualificate” ha detto Trentalange

“Siamo una squadra in cui cerchiamo, ognuno nelle proprie competenza, di dare fiducia ai ragazzi. Sappiamo di essere formatori – ha aggiunto il capo degli arbitri – oltre che selezionatori, e quindi di avere tutti una grande responsabilità. Il futuro è fatto di condivisione. Dobbiamo essere uniti e tutti seguire le stesse linee guida, da Orsato che ci rappresenterà ai Mondiali all’arbitro dell’ultimo corso. Per essere ricercatori bisogna studiare, allenarsi, aprire canali di comunicazione ed avere un comportamento ineccepibile. In campo bisogna scendere liberi, a mente sgombra, seguendo le indicazioni del proprio Organo Tecnico”.

“Poter continuare il lavoro che avevo iniziato non era scontato. Cercherò di mettere a frutto le esperienze della stagione appena conclusa. Era il mio primo anno da organo tecnico, ho commesso sicuramente qualche errore che, con più esperienza, spero di non ripetere”. Così il confermato designatore della Can, Gianluca Rocchi. “Ringrazio il mio vecchio gruppo di lavoro e sono contento che la squadra sia stata rinnovata con gli inserimenti di Messina e Gava – ha aggiunto – Due innesti importanti”. Rocchi si è complimentato con i nuovi entrati (arbitri e assistenti provenienti dalla CAN C): “Entrano in un gruppo molto competitivo. Restarci è complicato quasi come arrivarci. Li attende un impegno grosso. Ho visto in loro tanta qualità ma devono meritarsi la Serie A. Ai miei ragazzi chiederò di fare uno sforzo in avanti, di prendersi più responsabilità. Nel gruppo ci sono grandi qualità, tanti talenti che possono arrivare a traguardi importanti che ci possono far sognare. Chiederò anche ai grandi internazionali di dare una mano ai giovani come hanno fatto nella stagione appena conclusa. Sono stati un appoggio importante. Ci aspetta una stagione impegnativa. Le prime giornate ci obbligheranno a un vero tour de force. Ci sarà spazio per tutti e faremo di tutto per essere all’altezza”.