calcioitaliano-legaseriea-pallonePhoto by Marco Bergamasco. Copyright © 2021 Il Mio Napoli. All rights reserved

Nuovo protocollo: arriva l’ok del Cts. Ecco le principali novità

Con il 35% dei positivi scatta il blocco, test antigenici e isolamento: ecco cosa cambia

Il Comitato tecnico scientifico ha dato il via libera al protocollo sportivo messo a punto nella riunione tra il Governo e le Regioni alla quale hanno partecipato anche i vertici del Coni e della Lega di Serie A. Il protocollo ha l’obiettivo di individuare regole “sicure e condivise” per “assicurare parità di trattamento e dare certezza al prosieguo delle attività sportive”. Il punto principale riguarda il blocco dell’intera squadra solo se il numero di positivi è superiore al 35% dei componenti del gruppo di atleti. Il documento prevede inoltre per la sorveglianza l’utilizzo di tamponi antigenici e/o molecolari, nel rispetto dei criteri definiti dal ministero della Salute. Va comunque effettuato un test antigenico con esito negativo 4 ore prima della gara

Introdotta la distinzione tra contatti ad alto e basso rischio per gestire l’isolamento dei soggetti positivi

Altro punto importante del protocollo è l’isolamento per i positivi, con la distinzione tra contatti ad alto e basso rischio. Per i primi test continui per 5 giorni con obbligo di indossare la FFP2 se non si effettua attività sportiva, indipendentemente dallo stato vaccinale. Per i secondi (soggetti che entrano in contatto con il Gruppo Squadra anche in maniera non continuativa) si applicano le misure previste dalle indicazioni ministeriali, anche in relazione allo stato vaccinale. È raccomandato l’utilizzo della mascherina Ffp2.