insigne-magliamaradona-www.sscnapoli.it© SSC Napoli

Dalma Maradona accusa: “Non permetterò che si tragga profitto dall’immagine di mio padre”

Dalma Maradona, dall’Argentina, avrà certamente visto gli omaggi che il Napoli ha dedicato a suo padre Diego prima del fischio d’inizio di Napoli-Lazio, ad un anno dalla sua scomparsa. La primogenita del Pibe de Oro, però, non le manda a dire: “Niente mi renderebbe più felice che poter assistere a un tributo a mio padre in quella che è stata per molti anni la sua casa in Italia, Napoli! Ma trarre profitto dalla sua immagine e dal suo nome e non lo permetterò! I tifosi che amerò per sempre non hanno niente a che fare con questo! I corrotti sono altri!”. Più volte Dalma e Giannina Maradona hanno “minacciato” di denunciare la SSC Napoli per l’utilizzo del volto del Pibe sulle nuove maglie da gioco a lui dedicate. A onor del vero questa sera, allo stadio, non era presente nessuno dei figli, neanche Diego Junior, a causa dell’astio nei confronti di Stefano Ceci. Tra i famigliari presente solo il fratello Hugo che vive qui a Napoli.

Più tardi, bersagliata da alcuni critici sui social, ha scritto un altro tweet: “Non smetterò mai di dire quello che penso! Questo ha delle conseguenze! Dalle cause legali a tutti quei “Co…i” danno pareri da ignoranza assoluta! Ne ho abbastanza! Ma continuo perché l’unica cosa che mi importa è che gli sia fatta giustizia e che tutti i co..i coinvolti cadano!”.