Napoli© IL MIO NAPOLI

Napoli, annunciata la nuova partnership: Floki diventa Jersey Back Sponsor della SSCN

Floki pronta a diventare “la criptovaluta del popolo”: ecco il comunicato azzurro

“La SSC Napoli è lieta di annunciare la partnership con Floki, il marchio di Meme token, che diventa il nuovo back sponsor sulla maglia del club.

L’accordo con il club partenopeo rappresenta un ulteriore passo in avanti per la promozione globale di Floki: il brand è già presente sui media mainstream di tutto il mondo e ha siglato collaborazioni con altri club e personalità di spicco come il pugile campione del mondo Tyson Fury.

Ci piace definire Floki come la criptovaluta del popolo”, dice il dipartimento marketing del marchio.  “Il nostro obiettivo è quello di diventare la criptovaluta più conosciuta e più utilizzata al mondo, per questo la partnership con un marchio globale storicamente riconosciuto e con una fantastica fan base come il Napoli rappresenta un asset fondamentale nella nostra strategia. Non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con il club e sostenere la SSC Napoli in campo grazie alla presenza del nostro logo sulla maglia da gioco“.

Serena Salvione per SSC Napoli ha detto: “Nelle prime settimane di stretta collaborazione, che hanno portato oggi a questo annuncio di partnership, abbiamo scoperto che il nostro Club e Floki hanno in comune gli stessi valori e le stesse aspirazioni di crescita. Abbiamo sempre dimostrato la nostra creatività in molti settori e crediamo che questo nuovo accordo rafforzi il nostro impegno nel creare sempre partnership innovative ed essere al passo con nuove tendenze e servizi/prodotti.”

La partnership, che partirà da oggi, include la presenza del logo Floki sul retro della maglia gara della prima squadra della SSC Napoli, la visibilità sui LED intorno al campo per tutte le partite casalinghe nazionali ed altri significativi asset promozionali.

Floki è anche noto per il suo impegno nel mondo charity, grazie a partnership strategiche con organizzazioni non-profit il brand è impegnato nella costruzione di scuole nelle aree più povere del mondo”.