Juan Jesus: “In Russia per vincere, così passiamo il turno e possiamo pensare al campionato”

Juan Jesus affianca Luciano Spalletti nella conferenza stampa alla vigilia di Spartak Mosca-Napoli. Queste le sue parole: “Mando innanzitutto un abbraccio a Victor Osimhen, che ha avuto un brutto infortunio. Noi dopo la sconfitta contro l’Inter sappiamo dove e come dobbiamo migliorare, perché lo abbiamo dimostrato negli ultimi 15′-20′ come dobbiamo giocare. Giocare in Russia? Ci ho giocato varie volte in Russia ma il freddo non può condizionare la partita. Basta riscaldarsi bene. Sarà una partita in cui dobbiamo vincere, così siamo tranquilli nel passare il turno e possiamo concentrarci di più sul campionato”.

Contro lo Spartak ci saranno un bel pò di assenze: “Noi siamo un gruppo completo, abbiamo tanti bravi giocatori. Indubbiamente abbiamo delle assenze ma abbiamo preparato la partita al meglio possibile, e poi siamo il Napoli, per cui chiunque indossa questa maglia è chiamato a dare il 100%”.

Il Napoli resta la miglior difesa, ma a Milano sono stati incassati tre gol: “Però li abbiamo subiti pur sempre contro l’Inter, che è una grande squadra. Quando si subisce gol non riguarda solo i singoli difensori, ma la fase difensiva è condotta da tutta la squadra, a partire dagli attaccanti. L’intesa con i miei compagni di reparto va bene, non è difficile perché sono giocatori fortissimi. Io sono tranquillo e se dovrò giocare domani sarò pronto”.

Juan Jesus ha un buon rapporto con mister Spalletti: “Il mister lo conosco da tanto tempo. Lui ci dà tanto, con il suo staff ci aiuta a dare sempre di più ed a migliorare. Ci aiuta anche a come comportarci fuori e dentro il campo di gioco”.