STADIO-OLIMPICO-ROMA1© Il Mio Napoli

Mondiali Qatar 2022: ecco come l’Italia può qualificarsi

È il giorno dello scontro diretto tra Italia e Svizzera, uno snodo fondamentale per la qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022. Le nazionali di Mancini e Yakin sono appaiate a quota 14 punti nel girone C di qualificazione ai Mondiali del 2022, già sicure di occupare aritmeticamente le prime due posizioni anche al termine delle dieci giornate previste. Resta da decidere solo in quale ordine, il che fa tutta la differenza del mondo visto che solo la prima classifica ottiene il pass per Qatar 2022. La seconda, invece, dovrà passare per la lotteria dei play-off, che già fu fatale all’Italia nel 2018. La speranza di Roberto Mancini è, ovviamente, quella di evitare questo scenario, chiudendo da capolista il girone di qualificazione. Fondamentale sarà lo scontro diretto di oggi (venerdì 12 novembre) allo stadio Olimpico, poi ci sarà solo un’altra giornata con l’Italia impegnata in Irlanda del Nord e la Svizzera in casa contro la Bulgaria.

Tutte le combinazioni per qualificarsi ai Mondiali di Qatar 2022

  • Se l’Italia batte la Svizzera e l’Irlanda del Nord nell’ultima partita, non ci sono dubbi: qualificata ai Mondiali come primatista del girone. Ma agli azzurri può bastare anche battere gli svizzeri e pareggiare l’ultimo match per avere l’aritmetica certezza;
  • In caso di parità di punti, per prima cosa non si guardano gli scontri diretti, ma la differenza reti generale e in secondo luogo il numero di reti segnate. L’Italia, a due giornate dalla fine, è avanti con un +11 (12 gol fatti) contro il +9 della Svizzera (con 10 gol fatti). In caso di vittoria nello scontro diretto, quindi, agli azzurri basterebbe un pareggio all’ultima giornata o un mancato successo degli svizzeri
  • In caso di pareggio, l’Italia partirebbe all’ultima giornata con un vantaggio di 2 gol di differenza reti da gestire.
  • Se la squadra di Roberto Mancini dovesse perdere lo scontro dell’Olimpico, dovrebbe sperare in una sconfitta della Svizzera contro la Bulgaria e, contemporaneamente, battere l’Irlanda del Nord sperando di avere la differenza reti a favore.  

Cosa accade, invece, se Italia e Svizzera concludono in perfetta parità il proprio percorso nel girone di qualificazione ai Mondiali?

Questo si verificherebbe nel caso in cui, oltre alla parità di punti, ci sia anche quella nella differenza reti, nel conteggio dei gol totali e nello scontro diretto. Un’ipotesi possibile solo se stasera finirà in pareggio, così come accaduto all’andata, per poi creare una situazione di perfetto equilibrio (sia nel computo della differenza reti che dei gol fatti) con i risultati dell’ultima giornata. A quel punto diventerebbero decisivi i gol segnati in trasferta nello scontro diretto, ciò significa che all’Italia potrebbe andar bene solo 0-0: dall’1-1 in poi, ogni risultato darebbe ragione alla Svizzera. Il pareggio senza reti, invece, creerebbe un’ulteriore situazione di parità ed entrerebbe in gioco l’ultima discriminante prevista dal regolamento, quella del fair play. Ciò sta a significare che diventerebbero decisivi i cartellini gialli e rossi accumulati nel percorso di qualificazione e, a due gare dalla fine, Italia e Svizzera partono in perfetta parità anche in questo.

Fonte: Sky Sport