25092019-ghoulam-panchina-www.ilmionapoli.itPhoto by Danilo Gemito © Il Mio Napoli

Ghoulam: “Mi manca solo il ritmo-partita. Mi sento di ringraziare i tifosi. Spalletti molto presente con me”

Faouzi Ghoulam ha rilasciato un’intervista alla radio ufficiale del Calcio Napoli. Queste le sue parole a Kiss Kiss Napoli: “Adesso sto benissimo, ho preso tanto tempo per tornare e per stare al 100%. Adesso mi manca solo il ritmo partita. Voglio essere al massimo per dare il mio contributo alla squadra. Sento la piena fiducia di Spalletti e questo mi conforta tanto. Scudetto? Siamo cresciuti tantissimo, ora abbiamo qualità e tanta esperienza di gruppo che ci permette di affrontare le gare nella predisposizione giusta. Ora arriveranno gare importanti con tanti scontri diretti”

Come è stato il ritorno in campo? “Tornare in campo nello Stadio Maradona è stato come essere tornato in famiglia. Napoli mi ha accolto come un figlio, sono qui da 8 anni e mi sento napoletano. Mi piacerebbe tanto dare grandi soddisfazioni ai nostri tifosi. Anche se ho giocato di meno in questi anni, sento molto la responsabilità del gruppo e cerco sempre di dare una mano soprattutto ai più giovani, come fanno anche Lorenzo, Dries e Kalidou. Giocare nel Napoli è bellissimo, è una piazza importantissima e tocca a noi più esperti di guidare i nuovi arrivati”.

E’ un Napoli che vince e che diverte: “Divertire è bello, ma quello che conta è vincere. Il nostro obiettivo è pensare a noi stessi e rimanere in alto. Personalmente mi trovo benissimo con Spalletti, ci dà tanta carica e con me è sempre molto presente. Sicuramente con lui quest’anno siamo cresciuti tantissimo. Abbiamo maggiore consapevolezza, una componente che ci permette di affrontare tutte le partite con convinzione. Ci sarà da lottare, il percorso è lungo, ma vogliamo essere protagonisti in campionato. Spalletti è un allenatore che chiede tanto ai suoi giocatori ed ascolta anche i più anziani del gruppo. Ci lascia tanta libertà, ma quando qualcosa non va è uno che non molla niente e dobbiamo farci trovare sempre al 100%”.

Sulla Coppa d’Africa: “La Coppa d’Africa è importantissima, ci sono tanti africani che giocano per squadre importanti. Purtroppo noi dobbiamo andare in nazionale e portare in alto il nome della nazione”.

Su Koulibaly: “Koulibaly è un ragazzo speciale, lo sanno tutti. Per me è un onore giocare con lui, per me è un fratello”.

Su Ounas: “Quando arrivò in Italia lo presi come un fratellino e l’ho aiutato a crescere dal punto di vista della personalità. E’ un fuoriclasse! Ounas deve fare più goal e più assist e deve concretizzare la qualità che esprime. Per il Napoli sarà importante perchè ha caratteristiche diverse da chi scende in campo”.”

Cosa ti senti di dire ai tifosi azzurri? “Io voglio solo ringraziarli perchè mi hanno dato calore e affetto sin dal primo giorno. Vorrei ripagare la loro passione con dei traguardi di prestigio. Di certo dico a tutti i nostri sostenitori di starci sempre vicino perchè per noi rappresentano una forza in più…”