calciomercato-mercato-napoli-in-entrata-il-mio-napoli

Mandava, l’agente: “Non ha ancora scelto la prossima squadra. Con Osimhen sono amici”

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto l’agente di Reinildo Mandava, Manuel Thomas, esterno del Lille che piace molto al Napoli: “Lui sta bene, gioca in Nazionale. Non è una grande Nazionale ma è comunque importante difendere i colori del suo Paese, il Mozambico. Abbiamo avuto diversi approcci con vari club ma il giocatore è al 100% concentrato sul Lille. Poi se ne parlerà. Per il momento ci sono stati approcci, quindi nulla di confermato, Reinildo non ha scelto la prossima squadra. Restare al Lille? Nel calcio non si può mai sapere ma per ora il contratto non è stato rinnovato. Le cose del calcio sono sempre in movimento, non c’è chiusura nei confronti del Lille”.

Reinildo guarda le partite di molti campionati top tra cui quello italiano. Osimhen? Sono grandi amici, lui gli ha raccontato cose bellissime sul Napoli, si sta trovando molto bene. Mia opinione personale: considero Napoli perché ci ha giocato il Dio del calcio Maradona, il più grande di sempre. C’è un fascino particolare in questo club. Nel calcio tutto può succedere, potrebbe lasciare il Lille a gennaio ma dipenderà da determinate condizioni. L’unica certezza è che c’è un contratto con il Lille fino a fine stagione”.

Che caratteristiche ha Mandava? “Lui difende molto bene ma non è un terzino sinistro, in realtà è un’ala sinistra. Con una squadra molto offensivo può essere però un terzino. Il Napoli lo cercava? Quello che è passato è passato, guardiamo al presente. Ma posso dire che il ragazzo ha una grande mentalità e vuole diventare un grande giocatore”.

Il rapporto con Giuntoli: “Lo conosco, grande persona e penso che sia uno dei migliori direttori sportivi che io conosca. Sono nel calcio, quindi devo conoscere persone del genere. Professionalmente lui è molto bravo. Ho avuto molte telefonate con lui per svariati giocatori che potrebbero interessare a Napoli. Ovviamente non ho parlato soltanto con lui ma con molti club”.