osimhen-tameze-napoliverona-magliamaradona-www.sscnapoli.it© SSC Napoli

Napoli-Verona, la moviola: no rigorini, Ayroldi segue alla lettera il designatore

Napoli-Verona finisce 1-1 ma gli azzurri avrebbero potuto beneficiare di almeno un calcio di rigore, a fronte di due episodi dubbi avvenuti all’interno della sedici metri gialloblù. Solo che l’arbitro Ayroldi jr di Molfetta sembra aver seguito alla perfezione l’invito rivolto dal designatore Gianluca Rocchi: no ai rigorini. Il dubbio è se il contatto Gunter-Osimhen possa definirsi “rigorino” o no. Sembra un contatto anche di gioco, con il giocatore del Verona sopraffatto dalla fisicità dell’avversario. Però, in qualche modo, il difensore scaligero ostruisce la corsa del nigeriano, franando sulla gamba destra. Ayroldi jr fischia punizione alla difesa, al limite meglio nulla, ma se fallo c’è, di sicuro non lo commette l’azzurro: poteva starci il rigore. In precedenza cross di Insigne, Dawidowicz ha le braccia dietro la schiena, il pallone finisce sul gomito sinistro: nulla. Più tardi c’è anche una leggera la spinta di Ceccherini su Oshimen, ma anche in questo caso nulla. Corrette le due espulsioni di Bessa e Kalinic nel finale di Napoli-Verona.