MotoGP© Moto Gp Official

MotoGP, fine dei giochi a Misano: Quartararo è campione del mondo!

Al “Marco Simoncelli” vince Marquez ma poco importa: primo titolo per il francese della Yamaha

MotoGP, una giornata molto speciale quella di Misano: al secondo appuntamento sulle coste dell’Adriatico (e a 10 anni dalla scomparsa di Marco Simoncelli, che dà il nome al circuito) tante emozioni si sono mischiate tra celebrazioni, vittorie e addii. Dalle tribune gialle si è assistito, infatti, al trionfo di Fabio Quartararo, che ha conquistato il titolo di Campione del Mondo: complice la caduta di Pecco Bagnaia, saldamente al comando della gara e rivale diretto in campionato, il pilota Yamaha ha potuto celebrare il suo primo titolo mondiale arrivando “solo” quarto al traguardo e chiudendo la pratica con due GP d’anticipo (mancano, infatti, ancora Portimao e Valencia).

Vince il Gran Premio, invece, Marc Marquez: si tratta della terza vittoria in questa stagione per lo spagnolo, rientrante da un bruttissimo infortunio alla spalla. Il 93 è riuscito a restare ancorato a Bagnaia per tutta la gara, e la caduta del ducatista a 4 giri dal termine lo ha lanciato al traguardo in solitaria. Al secondo posto si piazza l’altra Honda ufficiale, quella di Pol Espargaro, mentre a completare il podio ci ha pensato Enea Bastianini: il rookie romagnolo è riuscito a strappare il podio all’ultimo giro proprio a Quartararo.

Oltre ai trionfi e alle vittorie, però, è anche tempo dei saluti: questa di Misano è stata, infatti, l’ultima gara italiana di Valentino Rossi: il centauro di Tavullia lascerà la MotoGP a fine stagione (ultimo appuntamento a Valencia il 14 novembre) e le tribune si sono colorate di giallo per salutare il 46. Rossi, per ringraziare i suoi fan, ha indossato un casco speciale con un enorme cuore giallo e l’immagine dei suoi tifosi sugli spalti. In difficoltà per tutta la stagione, il pilota Petronas si è alla fine piazzato 10° al termine del GP, subito dietro a suo fratello Luca Marini su Ducati.