NELA© AS Roma

Nela: “Rinnovo Insigne? Contano le società, non i giocatori”

L’ex difensore è intervenuto ai microfoni di Canale 8

Sebastiano “Sebino” Nela, ex difensore di Roma e Napoli, è intervenuto ai microfoni di “Giochiamo d’Anticipo” su Canale 8 in merito all’aumento di stipendio chiesto da Lorenzo Insigne a De Laurentiis: “Contano le società, non i giocatori. Altrimenti dovremmo smettere di seguire il calcio dopo l’addio di certi giocatori, o il tennis se lascia Federer. Ci sono 10mila calciatori. Insigne guadagna 5 milioni, se domani porti lui a 7 milioni, sai quanti altri compagni ti busseranno alla porta? Insigne se vuole restare deve fare anche una scelta di vita, ci sono giocatori che potevano guadagnare il triplo. La società deve fare l’ultima offerta, indicare il tetto, e poi il giocatore deciderà, ma se invece lo accontenta poi arriva Fabian che prende meno di 2mln.  Un giocatore finisce la carriera guadagnando in totale 30 mln o 34, ti cambia la vita?”.