Ad imageAd image

Ammutinamento post-Napoli-Salisburgo: Allan depone, ma gli ex azzurri possono trascinare altri calciatori

admin
admin
2 Min di lettura

Ricordate l’ammutinamento del 5 novembre 2019 dopo Napoli-Salisburgo? Bene, l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno informa che sono stati coinvolti, in questi ultimi mesi, tre ex calciatori azzurri, protagonisti di quella serata: Hysaj, MaksimovicAllan. Per Hysaj e Maksimovic la richiesta è del 25% dello stipendio mensile. Nella storia di quella notte burrascosa, invece, la vicenda Allan ha un peso diverso: ci fu lo screzio con Edoardo De Laurentiis, vicepresidente del Napoli, e la richiesta è del 50% di una mensilità. Allan (così come l’infortunato Malcuit) nella tormentata notte di Napoli-Salisburgo non doveva esserci, decise di stare al fianco dei suoi compagni in un momento delicato, poi arrivò la burrasca e la decisione dello spogliatoio di non partecipare al ritiro. Un danno d’immagine su cui il Napoli non intende assolutamente fermarsi, la prima udienza non sarà definitiva, dovrebbe esserne fissata un’altra in cui Allan potrebbe decidere di coinvolgere tre ex azzurri: Hysaj, Maksimovic e Carlo Ancelotti.

Ma le vicende che stanno coinvolgendo Allan, Hysaj e Maksimovic mettono in allerta anche Ospina, Insigne e Mertens, che hanno i contratti in scadenza a giugno 2022

Senza accordi, le vie legali potrebbero arrivare anche per loro. De Laurentiis può portare i calciatori in arbitrato fin quando un collegio arbitrale lo riterrà ammissibile, l’orientamento è non far trascorrere più di 5 anni. Oltre all’arbitrato, tiene banco soprattutto il rischio della causa civile. Il club ha a disposizione per portare in Tribunale un suo tesserato o ex fino a dieci anni di tempo, fino al 2029. La notte del 5 novembre 2019 non è ancora finita.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno

Condividi questo articolo