Ad imageAd image

Fiorentina-Napoli 1-2: settebello centrato in rimonta! Spalletti vince anche a Firenze

admin
admin
4 Min di lettura

Insigne sbaglia un calcio di rigore, ma sulla respinta Lozano pareggia il vantaggio viola realizzato da Martinez Quarta. Nel secondo tempo altro schema su calcio piazzato ed ancora Rrahmani, come a Udine, segna il gol del sorpasso. Torna in campo Mertens

Fiorentina-Napoli 1-2: settebello Napoli! Allo stadio “Franchi” di Firenze la squadra di Spalletti s’impone con un’altra, ennesima vittoria, la settima dopo altrettante giornate di campionato, tale da consolidare e legittimare il primato in classifica. Un successo lottato, sofferto, fortemente voluto, in rimonta, dopo il vantaggio viola con Martinez Quarta al 28′. Il pareggio di Lozano al 39′, sulla ribattuta di un rigore fallito da Insigne (e parato da Dragowski), poi l’1-2 di Rrahmani dopo 6′ della ripresa con un altro schema riuscito da calcio piazzato. Gli azzurri (in maglia rossa) superano un’altra prova molto difficile, contro la squadra rivelazione della Serie A, e per due settimane continuerà a guardare tutti da lassù. E (di riflesso), per due settimane, continuerà a sognare.

Il tabellino di Fiorentina-Napoli

Lozano risponde a Quarta Lozano, Osi e Anguissa tornano dal 1′, nella Fiorentina Pulgar e Quarta preferiti a Torreira e Igor. La squadra Italiano va ad aggredire alta il Napoli che commette tanti errori tecnici e non riesce ad uscire dal primo pressing. E’ la squadra di casa a sbloccare la partita su un calcio d’angolo: sponda di Vlahovic e girata di Martinez Quarta che fa esultare Italiano. Il Napoli commette troppi errori tecnici e non riesce ad uscire dal primo pressing della Fiorentina. Sull’ennesima palla lunga Osimhen si invola verso la porta ma viene steso da Martinez Quarta (36′): fallo da ultimo uomo (ma solo ammonizione) e soprattutto calcio di rigore. Dal dischetto Dragowski ipnotizza Insigne, il polacco respinge anche il tentativo di respinta del capitano azzurro ma non può nulla sul tap-in di Lozano che pareggia. Proteste della panchina della Fiorentina: forse poteva starci un fallo sul portiere di Insigne, ma l’arbitro convalida anche a seguito del controllo del VAR. Sul finire del primo tempo grande rovesciata di Osimhen che sfiora il palo.

Ancora uno schema riuscito – Nel secondo tempo la panchina del Napoli torna ad esultare, non solo perché la squadra in campo trova subito il gol dell’1-2, ma anche perché la marcatura arriva con un nuovo schema perfettamente riuscito su calcio piazzato. Spalletti bluffa urlando che deve calciare Insigne, ma a sorpresa batte Zielinski, palla sul secondo palo dove c’è Rrahmani che spiazza Dragowski. Esattamente come a Udine, anche in questo caso è il difensore kosovaro a finalizzare uno schema su palla inattiva. Pochi istanti dopo Osimhen, servito da Insigne, sfiora il terzo gol. Il capitano verrà poi sostituito da Demme non prendendola bene con Spalletti. Rrahmani e Ospina salvano il Napoli evitando il 2-2 della Viola. Nel secondo tempo arriva anche la lieta notizia del ritorno in campo di Mertens, per la prima volta in questa stagione. Settima vittoria consecutiva ed un primato indiscutibile. Questo Napoli sa solo vincere. E i suoi tifosi possono solo sognare.

Condividi questo articolo