29112020-insigne-magliabiancazzurra-napoliroma-maradona-minutosilenzio-stadio-sanpaolo-www.sscnapoli.it© SSC Napoli

Incocciati ricorda il palo colpito in Spartak-Napoli: “Potevamo arrivare in finale di Champions”

A Radio Punto Nuovo, nel corso di Punto Nuovo Sport Show, è intervenuto Giuseppe Incocciati, ex Napoli: “Il mio palo in Spartak-Napoli? Avrebbe potuto cambiare la storia mia e del Napoli. Accontentiamoci di quello che la vita terrena ci mette a disposizione. Fu un doppio confronto con lo Spartak Mosca minato da un destino avverso, pali e traverse. Fu un confronto pazzesco, il mio palo fu un messaggio preciso che doveva andare così. Maradona fu attore principale di alcune vicende, ma non fu colpa sua se uscimmo. Quel Napoli poteva arrivare in finale di Champions, un rammarico enorme. Nella gara di andata, Diego fece una partita straordinaria. Anche lui prese un palo. Pagammo un aspetto importante: il fattore climatico. A Mosca c’erano non so quanti gradi sotto lo zero. Facemmo fatica a mantenere gli standard muscolari. Turn over giovedì con lo Spartak? Il Napoli deve ragionare sull’interesse di entrambe le competizioni che sta affrontando”. Infine Incocciati parla di Ounas: “Ha acquistato personalità, fa vedere caratteristiche che non sono di poco conto. Il pubblico lo stimola, così tiene sempre il ritmo alto, tornerà utilissimo a Spalletti”