anguissa-www.sscnapoli.it@ SSC NAPOLI

Anguissa, il retroscena: “Datelo a noi, sapremo cosa farne”

Franck Zambo Anguissa è stata la soluzione last-minute per il centrocampo del Napoli nell’ultimo giorno di mercato. In realtà gli azzurri lo seguivano da un pò di tempo, dai suoi trascorsi con il Villarreal pre-pandemia. Poi il trasferimento al Fulham, la retrocessione in Serie B inglese ed il Napoli che è tornato alla carica con un retroscena svelato dall’edizione odierna del Corriere dello Sport. Una frase che avrebbe sparigliato il tavolo: «datelo a noi, sapremo cosa farne». Prestito oneroso (si far per dire, secondo i parametri del calcio) a cinquecentomila euro, ingaggio da condividere (un milione e mezzo a testa, su per giù) e comunque un diritto di riscatto già fissato ad un cifra accettabile, non «esagerata» e neanche modica, quindici milioni. Un tempo, forse, i ricchi padroni del Fulham avrebbero sbattuto la porta in faccia o magari con educazione avrebbero sussurrato un «no, grazie», mentre stavolta la chiacchierata è durata un attimo, hanno pure preparato le visite mediche in gran segreto, e lunedì 31 agosto, quasi sul suono della sirena, sono state inviate le pec.

Il Napoli ha girato in lungo e in largo per scorgere il centrocampista ideale da consegnare al centrocampo di Spalletti: ha opzionato moralmente Basic, ha sognato Koopmeiners, ha ondeggiato tra un identikit e un altro e però si è tenuto costantemente in contatto con Anguissa.

Fonte: Corriere dello Sport