230521-fabiànruiz-www.ilmionapoli.it

Genoa-Napoli 1-2: Fabiàn e Petagna espugnano Marassi e mantengono Spalletti a punteggio pieno

Un gol per tempo, in mezzo il pareggio di Cambiaso. Gol annullato a Pandev tra le polemiche. A 5′ dalla fine la risolve il subentrante Andrea

Genoa-Napoli 1-2. Buona anche la seconda per Luciano Spalletti. Gli azzurri espugnano Marassi grazie alle reti di Fabiàn Ruiz e Petagna, quest’ultimo subentrato all’82’ e decisivo, con un colpo di testa, a 5′ dalla fine. In mezzo il momentaneo pareggio di Cambiaso. Come contro il Venezia, il Napoli parte bene poi soffre, ma alla fine vince ed aggancia il record di Juve e Milan, ovvero 28 partite consecutive sempre in gol in Serie A. Al triplice fischio azzurri tutti ad esultare sotto la curva del settore ospiti per salutare i mille tifosi azzurri al seguito.

Sblocca Fabiàn – Partita maschia a Marassi con il Napoli capace di creare importanti occasioni da gol. La prima, dopo pochi minuti, con Lozano che conclude alto un colpo di testa, su traversone di Politano. Al 13′ un tiro di Insigne, deviato da Vanheusden, finisce sul palo. Ma c’è anche il Genoa di Ballardini che, nonostante un atteggiamento sulla difensiva, si fa notare al 22′, con una botta di Ghiglione respinta in angolo da Meret. Anche Sirigu ci mette i guantoni sul tentativo di Insigne (30′). La partita si sblocca al 39′, con un “tiraggiro” di Fabiàn Ruiz, scoccato dal vertice sinistro dell’area di rigore, su scarico di Politano. Genoa 0, Napoli 1: questo il parziale all’intervallo.

Risolve Petagna – Nella ripresa Ballardini inserisce il verano Pandev, 38 anni, un ex, e il giovanissimo Buksa, 2003 polacco. Subito una tripla opportunità per il Grifone (49′): miracolo di Meret su Ghiglione, Mario Rui s’immola sulla ribattuta e poi Rovella la manda fuori. Momento difficile per il Napoli, il Genoa guadagna campo ed al 54′ trova anche il gol con Pandev, che approfitta di un’uscita a vuoto di Meret disturbato da Buksa. L’arbitro, però, annulla su segnalazione del VAR tra le proteste vibranti della panchina rossoblù. Genoa che alla fine il gol lo trova lo stesso, al 69′, con una bella azione da un esterno all’altro: assist di Ghiglione e conclusione di Cambiaso sul secondo palo. Primo gol in A per l’ex Empoli. Spalletti gioca prima la carta Ounas (al 70′) e poi Petagna (82′) che risulterà decisiva. A 5′ dalla fine arriva lo stacco di testa, su una punizione di Mario Rui, che beffa Sirigu sul primo palo. I tifosi genoani cantavano “o surdato ‘nnammurato” al momento dell’1-1. Ma alla fine, a cantare, sono i mille del settore ospiti di Marassi. Gemellaggi a parte.