olimpiadi

Tokyo 2020, doppio oro leggendario per l’Italia: Jacobs vince i 100 metri, Tamberi il salto in alto

Due incredibili risultati nell’atletica leggera peer l’Italia

Proseguono le Olimpiadi di Tokyo 2020, con le gare dell’atletica leggera che vedono protagonisti anche gli italiani. Verso le ore 15.00 italiane è stato compiuto un vero e proprio doppio miracolo, con due risultati impronosticabili alla vigilia. Prima il grande risultato di Gianmarco Tamberi, che si prende la propria rivincita personale dopo l’assenza nel 2016 e conquista la medaglia d’oro. Il saltatore supera quota 2,37 metri così come l’atleta del Qatar, Barshim: il regolamento in questi casi prevede che gli atleti possano scegliere se giocare uno spareggio con ulteriori salti, oppure optare per la doppia medaglia d’oro. Vista l’amicizia tra Tamberi e Barshim, non ci sono dubbi sull’assegnazione del doppio oro.

L’Italia e gli italiani non fanno in tempo a gioire per la medaglia di Tamberi, che subito si presenta in pista Marcell Lamont Jacobs. Il velocista italiano aveva ritoccato ieri il record italiano che gli apparteneva, correndo in 9,94 secondi i 100 metri. In semifinale ulteriore miglioramento, bloccando il cronometro in 9,84, nuovo record Europeo. Ma in finale avviene l’impossibile; grande partenza per Jacobs, il quale scappa subito a Kerley e De Grasse. L’italiano fa segnare il tempo di 9,80 che vale il primo storico oro olimpico dell’Italia. Jacobs succede a Bolt, vincitore delle Olimpiadi nel 2008, nel 2012 e nel 2016.