osimhen-godin-napolicagliari-giorno-biancazzurro-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Napoli-Cagliari 1-1: Osimhen segna, Meret para ma al 94′ arriva la beffa di Nandez

Gli azzurri sbloccano ma non chiudono, i sardi non si arrendono e riescono a battere un super Meret. Palo di Zappa, traversa di Demme. Annullato un gol dubbio a Osimhen.

Napoli-Cagliari 1-1: il tabellino. Un epilogo incredibile allo stadio Diego Armando Maradona con gli azzurri che hanno accarezzato la vittoria fino al 94′, minuto in cui Nandez ha trovato il pertugio giusto sul secondo palo. Il Napoli aveva avuto il merito di sbloccare subito il risultato con Osimhen, dopo 13′, ma ha avuto il demerito di non essere riuscito a raddoppiare. Un legno per parte (palo di Zappa nel primo tempo, traversa di Demme nel secondo), un arbitraggio discutibile (un altro gol di Osimhen annullato) ma alla fine finisce in parità. Un punto guadagnato per il Cagliari, in vista dello spareggio-salvezza in casa del Benevento. Due punti persi per il Napoli nella corsa alla Champions.

Il tabellino di Napoli-Cagliari

Gattuso conferma Osimhen centravanti e ritrova dal 1′ Lozano, Fabiàn e Manolas. Semplici più prudente con Joao Pedro relegato in panchina per un 3-5-1-1 col solo Nainggolan a supporto dell’ex Pavoletti. Il Napoli ha il merito di sbloccare subito la partita, al 13′: rimessa laterale per il Cagliari, palla recuperata, Insigne lancia Osimhen che fredda Cragno. Terzo gol consecutivo del nigeriano, il quinto nelle ultime sette partite. Al 28′ i sardi vanno vicini al pari con un palo colpito da Zappa. Tre minuti dopo Lozano, di testa, sfiora il raddoppio. All’ultimo minuto del primo tempo doppia, miracolosa, parata di Meret prima su Pavoletti e poi su Nandez.

Dal gol del raddoppio annullato a Osimhen alla beffa di Nandez al 94′

Primi dieci minuti del secondo tempo scoppiettanti: Osimhen sfiora il palo di testa, Zielinski va a sbattere su Cragno, Demme colpisce una traversa ed al 53′ viene annullato un gol al Napoli. Osimhen s’invola e supera anche Cragno con uno scavino ma, a giudizio dell’arbitro Fabbri (e con il check favorevole del VAR Mazzoleni) c’è una spinta del nigeriano su Godin. Gattuso gioca la carta Politano, Semplici soltanto nel finale inserisce Simeone e Cerri. Nell’ultimo quarto d’ora il Napoli sparisce dal campo, si arrocca nella propria metà-campo e subisce l’assalto del Cagliari. Meret all’85’ compie un gran miracolo sulla girata di Pavoletti, ma viene trafitto sul proprio palo al 94′ da Nandez che raccoglie, sul secondo palo, un lancio di 40 metri di Duncan. Un punto d’oro per i sardi, che escono dalla zona retrocessione. Due punti persi per i partenopei nella corsa Champions.