Stefan-Schwoch

Schwoch: “Mertens o Osimhen? Il belga dà sempre il 110%”

L’ex attaccante è intervenuto ai microfoni di 1 Station Radio

Stefan Schwoch, ex attaccante del Napoli, è intervenuto ai microfoni di 1 Station radio in merito alla cora Champions: “Qualificazione Champions? Il mio dubbio è proprio tra Juve e Milan. Sono entrambe in difficoltà. La Juve ha sbagliato a mettere sulla panchina un esordiente come Pirlo. Non puoi andare ad allenare la Juventus senza avere un minimo di esperienza da allenatore. Perché Agnelli ha scelto proprio Pirlo? Secondo me perché doveva pagare ancora lo stipendio di Sarri, credo sia stata fatta una scelta a risparmio. Milan? Il Milan invece ha dato continuità al progetto Pioli, ma la rosa è ovviamente inferiore a quella delle altre. Ora l’assenza di Ibrahimovic si sta facendo sentire e Leao non è all’altezza di sostituirlo. Inter? La rosa è fortissima, insieme alla Juve era tra le favorite per lo scudetto.

Probabilmente se il Napoli non avesse avuto tutti questi problemi di infortuni, avrebbe potuto lottare proprio con i neroazzurri fino alla fine per il titolo. Chi è il centravanti titolare del Napoli? Stravedo per Mertens per tutto quello che ha fatto e che continua a fare. Quando lui è in campo cambia tutta la musica. È uno di quelli che dà sempre il 110%, al momento per me resta lui il titolare rispetto ad Osimhen. Il nigeriano invece sta crescendo e quest’anno gli servirà come scuola per l’anno prossimo.

Investimento importante quello di Osimhen? Sì, Victor aveva anche tante richieste prima di approdare a Napoli. Al momento però l’investimento non è stato ripagato. È un profilo prospettico che in futuro farà valere le sue qualità. Se Gattuso ha sbagliato qualcosa? Sicuramente, Rino ha sbagliato ma come sbagliato tutti noi. Ha però sempre avuto l’onestà intellettuale di ammettere i suoi errori. De Laurentiis? Ha la colpa di aver scaricato Rino un po’ troppo presto. Inoltre l’altro errore del presidente è stato quello di far trapelare la notizia che era alla ricerca di altri allenatori, tra l’altro non ha mai smentito quelle voci.

Insigne? Penso che Lorenzo voglia giocare nella squadra della propria città ancora a lungo. Quest’anno Insigne ha avuto un’esplosione ed è maturato tantissimo. Per il rinnovo del contratto ci saranno momenti migliori per parlare con la società. Ora la sua priorità è centrare la qualificazione in Champions. De Laurentiis e Pisacane non si sono ancora incontrati per discutere del rinnovo ma a bocce ferme si incontreranno per trovare un accordo. La volontà di Lorenzo è di rimanere e spero che possa essere ancora il capitano e la bandiera del Napoli per tanti anni ancora”.