Torino, Nicola: “Napoli avversario peggiore. Io come Gattuso? Non mi dispiace”

Davide Nicola, allenatore del Torino, presenta in conferenza stampa la partita contro il Napoli di domani sera. Queste le sue dichiarazioni: “In questo momento il Napoli è una squadra che sta bene ma ogni partita ha storia a sé. E’ sicuramente l’avversario più ostico da affrontare ora, ma domani bisognerà scendere dal cavallo e usare la baionetta. Attraverso le nostre azioni si può influenzare il futuro e, se me lo consentite, è quello che sto cercando di trasmettere ai ragazzi”.

Somiglianze con Gattuso? “Se così fosse non sarei affatto dispiaciuto. Mi piace, ho grande stima di lui. La grinta e la voglia di non mollare mai è sicuramente la stessa”.

Come si ferma il Napoli?
“Ci sono più partite nella stessa partita, può cambiare tutto. Certe squadre non vanno solo attaccate ma anche contenute, fa parte del gioco. Dobbiamo fare il nostro gioco e rispettare l’avversario, dovremo avere tanto equilibrio. Ci vuole palleggio e corsa, oltre al riposizionamento. Gli obiettivi sono differenti, ma vorrei rispondere colpo su colpo al Napoli”.

Solo due volte il Torino ha segnato per primo:
“Rigiro la domanda: quanto è importante dimostrare di reagire? I ragazzi stanno dimostrando carattere, gli eventi non devono caratterizzare il nostro umore. Vogliamo combattere fino alla fine, ci può stare che inizialmente si prenda gol. Creare i presupposti e crederci diventa determinante”.

Come mai avete subito tante ripartenze?
“Quando pressi, rimani uno contro uno. Non ci interessa l’altezza di campo, ma il fatto di credere in quello che facciamo. E dobbiamo ancora migliorare per trovare il giusto equilibrio: ci lavoriamo, ma voglio una squadra coraggiosa”.

Come sta Sirigu?
“Con lui basta uno sguardo, le gerarchie sono chiare. Oggi ci alleniamo, dipenderà dal confronto finale e da come sta. Ci scambieremo le sensazioni e poi decideremo”.

A che quota è fissata la salvezza?
“Non ho mai fatto questi calcoli, non la trovo una cosa utile: mi interessano i punti in palio domani”.

Questa la conferenza stampa dell’allenatore del Torino: