03042021-dilorenzo-insigne4-esultanza-osimhen-mertens-giorno-gol-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Florentino Perez: “La Superlega ci salverà. Ci sarà spazio anche per il Napoli”

E’ ormai guerra aperta tra i grandi club che fonderanno la Superlega e i membri della UEFA

Florentino Perez, presidente del Real Madrid e adesso anche della Superlega, ha parlato della nuova competizione: “Siamo giunti alla conclusione che facendo la Super League al posto della Champions potremo coprire le ingenti perdite dovute alla crisi. I club più importanti di Inghilterra, Spagna e Italia devono trovare una soluzione alla brutta realtà che stiamo vivendo. Qui al Real Madrid, ma non solo, abbiamo perso molti soldi, stiamo attraversando una situazione molto critica. Quando l’unica fonte di profitto è la tv, la sola soluzione è giocare partite più competitive durante la settimana, partite che sappiano attirare più interesse. La Super League salverà finanziariamente tutti i club.

Innanzitutto ci si potrà qualificare per la Superlega. Ci saranno le 15 squadre che generano valore, ma 5 squadre si qualificheranno per merito sportivo. La coppa è aperta, non abbiamo mai pensato a una lega chiusa. Crediamo ai meriti sportivi. Dalla Champions la Uefa guadagna 120 milioni, noi gliene daremo 400 o quello che possiamo. Se generiamo questa quantità di denaro, salveremmo il calcio in generale. L’obiettivo è partire il prima possibile. La Uefa si arrabbia, ma noi abbiamo detto che parleremo con la Uefa e la Fifa”.

Florentino Perez ha poi proseguito: “Il PSG non è mai stato invitato. il calcio in questo momento ha abbassato la sua attrattività e dobbiamo lavorare ad un futuro che possa tenere i giovani su altre piattaforme e intrattenerli. La Champions è attrattiva solo dai quarti in poi, prima non interessa a nessuno. Ci sono squadre che giocano e che non interessano a nessuno. Se noi facciamo cinque partite di alto livello al martedì saremo imbattibili. Al momento siamo 12, potremo essere 15 e altre cinque che si alternano. La meritocrazia esiste! Non possiamo metterne cinquanta, ci sarebbero la Roma, il Napoli e molte altre. Se non sarà un anno, sarà per quello dopo. Le quindici che giocheranno tutte le settimane saranno uno spettacolo incredibile e non c’è sport che proponga una cosa così”.