logouefa-sede© Uefa.com

Superlega, anche l’Eca dice no: “Abbiamo preso un impegno con l’UEFA”

Anche l’ECA dice no alla Superlega. Dopo le minacce di escludere i club coinvolti nel progetto di una Superlega da parte delle principali leghe europee, anche l’Eca (l’associazione dei principali club calcistici europei) si esprime in modo contrario e rassicura la Uefa sulla volontà di lavorare insieme per un nuovo format delle competizioni continentali. “In merito alle notizie odierne, l’Eca – si legge nel comunicato – che rappresenta 246 club di tutta Europa, ribadisce la volontà di lavorare allo sviluppo del modello delle competizioni europee con la Uefa per il ciclo che comincerà nel 2024 e si oppone fortemente a quel “modello simile a una superlega“, cui gli articoli sui media si riferiscono”.

“L’Eca – si legge ancora – fa riferimento alla posizione presa dal suo Comitato Esecutivo nel suo ultimo meeting del 16 aprile, ovvero all’impegno di lavorare con la Uefa per una struttura rinnovata complessivamente del calcio europeo dopo il 2024, inclusi i cambiamenti proposti per le competizioni europee dopo il 2024 – aggiunge l’associazione dei principali club europei -. Con il supporto dell’Eca, il Comitato Esecutivo dell’Uefa è chiamato a dare il via libera a questi impegni nella sua riunione del 19 aprile, oltre a perseguire gli sforzi per raggiungere un accordo sui futuri rapporti tra Uefa ed Eca”.