il-mio-napoli-calcio-stadio-san-paolo-ssc-napoli-europa-league-az-6-gattuso© SSC Napoli

Il Napoli e Gattuso, un addio già scritto. Ma forse non è la scelta giusta per gli azzurri…

Aurelio De Laurentiis è già pronto a dire addio a Gennaro Gattuso al termine di questa stagione

Il Napoli deve ancora concludere il proprio campionato, sperando di poter giocare nuovamente la Champions League, raggiungendo il quarto posto in Serie A. Ma a prescindere da come andrà, le strade del Napoli e di Gennaro Gattuso sembrano essere destinate a dividersi da giugno in poi. Un rapporto con il presidente che si è incrinato da un momento all’altro; quando tutto sembrava far pensare addirittura ad un rinnovo del contratto, all’improvviso si sono diffuse voci su un possibile esonero del tecnico calabrese. Un affronto troppo grande per il modo di intendere il calcio di Gattuso, forse una delle personalità più genuine e autentiche presenti ancora nell’ambiente.

D’altronde Gattuso lo ha sempre detto di non essere legato ai contratti o alle clausole, per lui importa lavorare in serenità e con la fiducia dell’ambiente. Appena quest’ultima viene a mancare, non ci sono più le condizioni per proseguire un rapporto in maniera armonica. Per questo ormai sembra impossibile ricucire la frattura tra il presidente del Napoli e il proprio allenatore, anche se non si è mai arrivati allo scontro aperto: soltanto aperte manifestazioni di delusione, più che di rabbia, dello stesso Gattuso ai microfoni dei giornalisti. Il tecnico si è sentito tradito nel momento più delicato della stagione, quando fioccavano gli infortuni e i risultati stentavano ad arrivare anche per sfortuna. In quel momento era forse doveroso l’appoggio da parte della società, invece si è subito parlato delle chiamate effettuate da De Laurentiis a possibili sostituti sulla panchina del Napoli.

Ma è giusto sostituire Gattuso dopo i risultati delle ultime settimane?

Purtroppo nel calcio moderno contano solo i risultati a breve termine, conta vincere ma non importa il modo in cui si raggiunge quell’obiettivo. Ed è quindi facile passare dall’entusiasmo del momento, quando arrivano risultati positivi per poi passare subito allo sconforto in caso di risultati negativi. Manca sempre una programmazione, un lavoro svolto quotidianamente che possa portare a lungo termine i suoi frutti. Pertanto, forse non è la scelta giusta sostituire Gattuso al termine di questa stagione, perchè il tecnico ha dimostrato di avere le idee chiare e, soprattutto, di avere la fiducia dei propri calciatori. Questo secondo aspetto non è da sottovalutare, perchè i giocatori azzurri stanno rendendo al meglio sotto la guida tecnica di Gattuso. Lo spogliatoio appare nuovamente compatto, dopo i tanti problemi dello scorso anno. Un nuovo ribaltone in panchina il prossimo anno potrebbe cancellare quanto di buono si è ottenuto in questi mesi. Ma ormai l’addio tra il Napoli e Gattuso sembra inevitabile e la speranza dei tifosi è che non si riparta nuovamente da zero il prossimo anno.