pirlo-juventus© Juventus.com

Pirlo: “Il nostro obiettivo è la Champions. Dispiace non poter lottare per lo scudetto”

Il tecnico della Juventus ha parlato nel post partita col Napoli

Andrea Pirlo ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Abbiamo lasciato troppi punti per strada, mi sarebbe piaciuto vedere lo stesso atteggiamento di questa sera in tutte le partite. E’ stato decisivo il lavoro deli esterni con Cuadrado e Danilo, penso li abbiamo messi molto in difficoltà. Solo che potevamo concretizzare di più nei contropiedi che abbiamo avuto. La mia stabilità in panchina? Capita di essere in discussione, ma io continuo a fare il mio lavoro. Ho intrapreso un nuovo percorso ad agosto, cercando di inculcare un nuovo tipo di gioco per questa squadra. Però c’è stato poco tempo per lavorare perchè abbiamo giocato ogni tre giorni, non abbiamo avuto sempre tutti i giocatori a disposizione e abbiamo perso punti in partite facili. Abbiamo calato l’attenzione in partite molto insidiose, visto che tutte le squadre di Serie A sono molto preparate fisicamente e tatticamente.

Quanto ha pesato l’assenza di Dybala? Sicuramente se manca un giocatore così, si sente la differenza. Non lo abbiamo praticamente mai avuto, ma penso che potrà darci una mano in futuro. Quest’anno ho fatto tanti errori da allenatore, ma molte cose che ho fatto le rifarei. E’ il mio primo anno e mi serve fare gli errori per crescere. E’ stato il campionato più strano per tutti, non solo per me per ovvie ragioni. Raggiungere la Champions sarebbe sufficiente? Al momento entrare tra le prime 4 è l’obiettivo, visto che lo scudetto è andato. Mancano 10 partite che sono 10 finali per noi, poi pensiamo alla Coppa Italia. Se mi dispiace più per lo scudetto o lo Champions? Direi entrambi, perchè se sei alla Juventus devi essere competitivo sempre, anche perchè il Porto era alla nostra portata”.