03042021-cosmi-crotone-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Cosmi: “E’ tutta una questione di equilibrio, ci mancava solo Di Lorenzo”

Serse Cosmi è intervenuto ai microfoni di Sky Sport

Serse Cosmi, allenatore del Crotone, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport al termine del match contro il Napoli: “Guardavo gli episodi della partita, la punizione, la situazione di Rispoli per curiosità. Anche la punizione all’ultimo su Messias per capire se c’era un fallo e non l’ho capito, forse meglio così. Tanti gol segnati? A Bergamo, oggettivamente un gol difficilmente basta, poi contro il Torino ne fai quattro e rischi di subire il pareggio. Contro la Lazio ne fai due e perdi, col Bologna ne fai due e poi ne prendi 3 nel secondo tempo. Non so da quanto tempo il Napoli non subiva 3 gol in casa e alla fine ce ne ha fatti 4. Se il calcio si potesse scindere in fase difensiva e offensiva si potrebbe fare un calcolo semplice, ma il calcio è equilibrio e di conseguenza paghiamo a caro prezzo gli errori che facciamo in difesa. Non siamo nemmeno particolarmente fortunati, ovviamente ci sono dei nostri errori e mancanza di qualità, però prendiamo di gol incredibili. Ci mancava solo il gol di Di Lorenzo col sinistro.

I contro della costruzione dal basso? Io sono stato uno dei primi che ha sollevato questo problema, è una situazione del calcio che è cambiata perché ci sono nuove norme. Oggi posso giocare la palla dentro l’area di rigore, e queste situazioni ingolosiscono gli allenatori. Oggi il lavoro degli allenatori è basata sulla costruzione, ma non sono contro. I nostri gol subiti sono tre passaggi in uscita sbagliati. La nostra è più una distruzione dal basso piuttosto che una costruzione. Lancio lungo? Non è buttare via la palla ma giocare sugli attaccanti, e noi abbiamo attaccanti forti. Messias o Simy? Non è una scelta facile ma Messias può giocare in tutte le squadre le squadre di questo campionato. Lui fa bene sia da mezzala che da seconda punta, se fa la mezzala devi mettergli vicino dei giocatori con struttura diversa. Simy è un realizzatore straordinario, nessuno dei giocatori he ho allenato ha avuto questa realizzazione. Può giocare anche lui in tante squadre, ma Messias ha una qualità straordinaria, non me ne voglia Simy”.