bakayoko-udinese-napoli-www.sscnapoli.it

Udinese-Napoli 1-2: Ba-ka-yo-ko! L’urlo da 3 punti al 90′ fa esultare gli azzurri

Udinese-Napoli 1-2: tre punti conquistati con tanta fatica per gli azzurri alla Dacia Arena. Grazie ad un colpo di testa al 90′ di Bakayoko, uno che di solito viene sempre sostituito prima dei minuti finali, la squadra di Gattuso conquista il secondo successo consecutivo in trasferta. In precedenza si era portata in vantaggio con un rigore di Insigne, poi a causa di uno strafalcione di Rrahmani, alla prima da titolare, aveva subito il pareggio di Lasagna. Vittoria meritata per il Napoli che riscatta così il deludente ed inatteso Ko interno con lo Spezia.

RIGORE DI INSIGNE – Gattuso rilancia Petagna, Hysaj e Meret dal 1′ mentre Rrahmani fa il suo esordio da titolare con la maglia del Napoli. Gotti, a corto di punte, col 3-5-1-1 con Pereyra in appoggio a Lasagna. Partono subito bene per gli azzurri, proprio come era accaduto con Cagliari e Spezia, con un lampo di Insigne terminato fuori. Al 15′ Lozano si avventa sul pallone e viene ostacolato da Molina: rigore evidente per il quale l’arbitro Pasqua ha bisogno dell’OFR per assegnarlo. Dal dischetto Insigne non sbaglia trasformando il secondo penalty stagionale. L’Udinese si affaccia dalle parti dell’ex Meret con De Paul e Pereyra ma il Napoli continua ad attaccare trovando due miracoli di Musso, prima sul colpo di testa di Lozano (22′) e poi sulla girata di Petagna ad intercettare un’altra conclusione del Chucky (23′).

Il tabellino di Udinese-Napoli

PASTICCIO DI RRAHMANI – Ma all’improvviso alla squadra di Gattuso si spegne la luce, accade al 27′, quando Rrahmani sbaglia un retropassaggio verso Meret su cui si avventa Lasagna, lesto ad intercettare il pallone e superare il portiere. L’Udinese riacquista verve e mette a dura prova Meret prima con De Paul e poi ancora con Lasagna. Nell’intervallo Gattuso, che aveva già perso Manolas per infortunio (inserendo Maksimovic), cambia: fuori Rrahmani (stordito dall’errore decisivo per l’1-1) e dentro Mario Rui con Hysaj che va a destra e Di Lorenzo che si sposta al centro.

Il Napoli rincorre l’1-2 ma anche l’Udinese non scherza. Clamorosa doppia occasione per gli azzurri: tiro di Zielinski respinto da Musso, poi Insigne da ottima posizione manda fuori. Dall’altra parte Meret con i piedi respinge i tentativi di Stryger Larsen e Lasagna. Al 67′ doppia mossa di Gattuso: Elmas al posto di Fabiàn Ruiz per irrobustire un centrocampo fin lì troppo leggero, Llorente per Petagna. Decisiva la mossa di tenere in campo Bakayoko, solitamente sostituito prima dei minuti finali: il francese al 90′ stacca di testa, su una punizione calciata da Mario Rui dai 35 metri, e manda il pallone sul palo più lontano. Traiettoria stavolta imparabile per l’ottimo Musso. Undicesimo marcatore diverso per il Napoli che torna a sorridere.