allianz-stadium-juventus© Sport Mediaset

Avv. Lubrano: “Napoli accusato di malafede ma il Coni ci ha dato ragione”

Il noto legale è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss

Enrico Lubrano, avvocato che ha affiancato il legale Mattia Grassani in occasione del ricorso presentato dal Napoli al Collegio di Garanzia del Coni, è intervenuto ai microfoni della radio ufficiale degli azzurri: “L’aspetto che differenzia questo momento dal momento del dispositivo è un aspetto centrale che riguarda la dignità della società. Il 22 dicembre il dispositivo ci dava piena ragione. Il Collegio di Garanzia è strutturato sulla falsariga della Cassazione, quindi le decisioni senza rinvio al giudice d’appello sono decisioni di carattere residuale, si hanno quando il Collegio di Garanzia riconosce la piena ragione e che non c’è nessuna discrezionalità. Il Napoli ha operato bene fin dal sabato 3 ottobre perché c’era già preclusione alla trasferta. C’era presunzione di malafede nei confronti del Napoli, ma il Collegio di Garanzia ha detto che gli indizi dei primi due gradi di giudizio erano destituiti di fondamento. Questo smonta anche l’eventuale violazione del protocollo FIGC. Non c’era stata nessuna violazione del protocollo. In quel momento il protocollo era costituito da un mero rinvio alla circolare del Governo, fino a quel momento rispettata. Il Napoli aveva agito in buona fede e ottemperato ai propri obblighi di società. Se il Napoli fosse partito il sabato sera avrebbe infranto il codice penale.

L’esigenza è quella di recuperare la gara quanto prima: l’ipotesi di invertire gara di ritorno con quella di andata è corretta ma è ciò che ho letto, non ho notizie aggiuntive in merito. La soddisfazione è grandissima: è stata riparata un’evidente ingiustizia che era stata perpetrata. Le prime due decisioni riguardavano il sospetto e si è mancato di rispetto ad una intera società, ad una intera città, oltre che al legale rappresentante. L’isolamento domiciliare preclude la possibilità di partire. La condotta del Napoli è stata lineare. E’ importante rigiocare ma ancor più aver restituito la dignità lesa in maniera grave ed ingiusta della società e dell’intera città”.