29112020-napoli-magliabiancazzurra-politano-gol-maradona-www.sscnapoli.it© SSC Napoli

Napoli, Politano: “Sogno il gol Scudetto e un trofeo da dedicare a Diego, magari la Supercoppa”

Napoli, le parole di Matteo Politano

Ha rilasciato una lunga e interessante intervista, il fantasista del Napoli, Matteo Politano, ai microfoni di NapoliMagazine.com. Ecco, di seguito, le parole riportate dal sito: “Maradona è stato il dio del calcio, non solo per chi tifa Napoli o Argentina. E’ stato un simbolo in tutto il mondo. E’ stata una partita piena di emozioni”. 

Il Napoli lotterà per i vertici? “Abbiamo disputato un’ottima gara. Siamo stati più bravi di quanto mostrato contro il Milan. Questo significa che lì in alto ci siamo anche noi. Dobbiamo andare avanti, partita dopo partita. Il campionato è aperto, ci sarà da divertirsi”. 

Il gol più bello con il Napoli? “Penso quello contro l’Atalanta. Anche se non nascondo che ho gradito tutti i gol realizzati. Sono in un buon periodo, ma sono consapevole che posso migliorare tanto”. 

Sulla scomparsa di Maradona: “Faremo il possibile per portare a casa un trofeo da dedicare a Diego. Abbiamo una grandissima opportunità, il 20 gennaio, a Reggio Emilia contro la Juventus. Sarà una partita difficile, ma ce la metteremo tutta per vincere la Supercoppa italiana”. 

Sulle polemiche generate da Juve-Napoli:  “Per il momento siamo dispiaciuti, perché volevamo andare a giocarci la partita. Eravamo in un ottimo momento. E’ andata così, per il momento non ci pensiamo più. Poi la giustizia farà il suo corso, se ne occuperà la società”.

Rapporto con Gattuso: “Le chiacchiere se le porta via il vento, e sono tante. Noi siamo assolutamente con il mister e domenica scorsa si è visto. Il modulo non conta niente, conta chi va in campo e l’atteggiamento della squadra”. 

Su Lozano: “Siamo due giocatori simili, abbiamo un bel rapporto. E’ normale che quando sei in una squadra importante come il Napoli ci siano tanti giocatori forti. Siamo molto simili, anche caratterialmente siamo entrambi timidi e ci troviamo bene anche per quello”. 

Sull’esperienza a Napoli: “Segnare il gol scudetto sarebbe un bel sogno. Cercavo un rilancio, dopo i mesi non bellissimi con l’Inter. Sono arrivato a Napoli con grande entusiasmo. Spero che sia la piazza ideale per continuare ad affermarmi anche in futuro”.  

Sui tifosi che mancano in campo: “Il nostro obiettivo di quest’anno è ritornare in Champions, l’anno scorso non ci siamo riusciti. Quindi vogliamo riprovarci quest’anno perché la Champions ci manca tantissimo, assieme all’urlo del San Paolo. Il Covid ha cambiato il mondo intero. E’ un momento molto difficile per la storia italiana e mondiale. Nel calcio ci sono le porte chiuse, all’inizio è stata dura, poi ci siamo un po’ ambientati. Di sicuro ci mancano tantissimo i nostri tifosi”.