il-mio-napoli-calcio-stadio-san-paolo-ssc-napoli-genoa-2020-41-mertens-gol-esultanzaPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Calciatori stranieri: sono 501 tra Serie A e B. Rappresentati 69 Paesi. Napoli da record

Quanti solo i calciatori stranieri nei principali campionati professionistici italiani? In molti se lo sono chiesto nel corso degli anni. Risposta: per l’anno 2020-2021 sono oltre 500. Cinquecentouno per la precisione, tra Serie A e Serie B. In totale sono rappresentati ben 69 Paesi, 61 soltanto in massima serie. Le Nazioni più rappresentate, manco a dirlo, sono sempre loro: Brasile e Argentina, con primato della Seleçao sulla Seleccion di una manciata di unità (+4 in A, 31 a 27, +3 in totale, ovvero 37 a 34). Un filo comune denominatore è rappresentato dall’Udinese, che conta ben sei argentini e quattro brasiliani. Dopo le due superpotenze sudamericane, sul podio c’è la Francia con 32 elementi, di cui 22 in Serie A. Poi il boom della Polonia con 26, l’incremento della Spagna con 24 calciatori (20 soltanto in A) e la “solita” Croazia con 24 calciatori.

I Paesi più “esotici” rappresentati da un solo calciatore?

Ce ne sono tanti: c’è Lapadula che ha scelto il Perù, l’Atalanta che va oltre i dissidi politici, unendo all’ucraino Malinovsky il russo Miranchuk ed il Genoa che va a prendere Shomurodov in Uzbekistan. Si va poi dalla Bulgaria di Galabinov all’Armenia di Mkhitaryan, dal Messico di Lozano al Paraguay di Santander, dal Galles di Ramsey fino agli africani Dabo e Nkoulou, rappresentanti rispettivamente il Burkina Faso e il Camerun (che in passato ne contava sicuramente qualcuno in più). A proposito, l’Africa in Italia è soprattutto Costa d’Avorio (11 su 13 giocano in A) e Senegal (9 in totale). Curioso il caso di Benali: è nato a Manchester, ha cittadinanza inglese, ma ha scelto la nazionalità della Libia.

Questa la “graduatoria” dei Paesi rappresentati dai 501 calciatori stranieri in Serie A e B:

Brasile 37 calciatori
Argentina 34
Francia 32

Polonia 26
Spagna e Croazia 24
Serbia 19
Olanda 18
Uruguay 14
Costa d’Avorio 13
Slovenia 12
Belgio, Portogallo e Romania 11
Albania, Colombia, Germania e Svezia 10
Danimarca, Grecia, Senegal, Slovacchia e Svizzera 9
Austria e Bosnia 7
Marocco 6
Ghana, Islanda, Nigeria e Turchia 5
Algeria, Cile, Repubblica Ceca, Finlandia, Gambia, Macedonia e Norvegia 4
Angola, Inghilterra, Kosovo, Scozia e Venezuela 3
Cipro, Ecuador, Estonia, Giappone, Guinea, Guinea Equatoriale, Lituania e Montenegro e USA 2
Armenia, Bulgaria, Burkina Faso, Camerun, Canada, Galles, Honduras, Libia, Mali, Messico, Moldavia, Nord Irlanda, Nuova Zelanda, Paraguay, Perù, Russia, Sierra Leone, Ucraina e Uzbekistan 1

Questa, invece, la “graduatoria” dei Paesi rappresentati dai 341 calciatori stranieri nella sola Serie A:

Brasile 31 calciatori
Argentina 27
Francia 22

Spagna 20
Croazia 17
Olanda 16
Serbia 13
Polonia 12
Costa d’Avorio e Uruguay 11
Colombia 9
Belgio, Danimarca, Germania, Portogallo 8
Albania e Romania 7
Senegal, Slovacchia, Slovenia, Svizzera e Turchia 5
Algeria, Bosnia, Cile, Marocco e Svezia 4
Angola, Gambia, Ghana, Grecia, Inghilterra, Kosovo, Macedonia, Nigeria e Norvegia 3
Repubblica Ceca, Ecuador, Estonia, Giappone e Venezuela 2
Armenia, Austria, Bulgaria, Burkina Faso, Camerun, Finlandia, Galles, Guinea, Guinea Equatoriale, Islanda, Libia, Messico, Moldavia, Montenegro, Paraguay, Perù, Russia, Scozia, Ucraina, USA e Uzbekistan 1

Quale squadra italiana ha più Paesi rappresentati nella propria rosa? Il Napoli!

Il Napoli ha una rosa multi-etnica. Quella di Gattuso, infatti, è la squadra che vede il maggior numero di Paesi esteri rappresentati tra i vari calciatori stranieri presenti in rosa. Sono 15, nel dettaglio, e quasi tutti appartenenti alla propria Nazionale di calcio: ci sono i polacchi Milik e Zielinski, i francesi Malcuit e Bakayoko e gli spagnoli Fabiàn e Llorente. Dal portoghese Mario Rui al greco Manolas, dal belga Mertens al tedesco Demme, passando per lo slovacco Lobotka. I balcani ci sono quasi tutti: dall’Albania di Hysaj alla Serbia di Maksimovic, dalla Macedonia di Elmas al Kosovo di Rrahmani. Il Napoli spazia in quasi tutti i continenti: dall’America del colombiano Ospina e del messicano Lozano, all’Africa del senegalese Koulibaly e del nigeriano Osimhen con puntata in Algeria da Ghoulam. Sono 15, senza neppure un brasiliano o un argentino: incredibile, considerando la storia del club azzurro. Alle spalle del Napoli ci sono Bologna e Sampdoria con 14 Paesi rappresentati, poi la Lazio con 13.