01112020-osimhen-koulibaly-napolisassuolo-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Napoli-Milan, il valore di una sfida tra antiche rivali

Per tornare a vedere Napoli e Milan insieme nelle prime tre posizioni della classifica bisogna tornare indietro di 10 anni, quando i rossoneri lottavano con la Juventus per il titolo. In molti si ricordano ancora gli scontri degli anni 80′ con Van Basten-Gullit-Rijkard che fronteggiavano Maradona, Giordano e Careca.

Domenica sera l’avversario principale si chiama Zlatan Ibrahimovic, che ha segnato 8 gol in cinque giornate di campionato. Dall’altra il Napoli può contare su Lorenzo Insigne, tornato dalla Nations League in forma smagliante. Due giocatori abituati alle critiche e a dover dare sempre un qualcosa in più rispetto ai compagni di squadra.

Gara di conferme e di ambizioni

Quella di domenica è una gara importante per entrambe le formazioni. Se per Pioli infatti sarà un test importante anche per dimenticare lo scivolone di Europa League, per Gattuso sarebbe la svolta per ambizioni più alte. Il tecnico partenopeo ha finora spento le voci su una possibile rincorsa allo scudetto.

La vittoria con i rossoneri proietterebbe il club azzurro in testa alla classifica, appaiati con i milanesi. A quel punto, diventerebbe difficile limitare le proprie ambizioni al solo piazzamento in Champions League. Soprattutto se il trend delle altre squadre sarà ancora altalenante nelle prossime giornate. Il club partenopeo e il gruppo non vede l’ora di misurarsi con un avversario alla pari, magari tentando un colpaccio che sa di tricolore.