29022020-politano3-www.ilmionapoli.itPhoto by Marco Bergamasco © Il Mio Napoli

Politano: “Sono a Napoli grazie a Gattuso. Coppa Italia obiettivo principale”

Matteo Politano, attaccante del Napoli arrivato a gennaio dall’Inter, è intervenuto alla radio ufficiale del club azzurro. Queste le sue parole in questo periodo di ripartenza post-emergenza Covid-19: “E’ importante sapere il prima possibile quando ripartire. Abbiamo ripreso ad allenarci, aspettiamo solo l’annuncio ufficiale per sapere quando tornare in campo. Mi è mancato tanto il calcio, non è stato facile all’inizio. Il pericolo era tanto e ci siamo messi a disposizione di quello che diceva il governo. Però abbiamo fatto tutti i giorni allenamento, con lo staff del mister che ci mandava le cose da fare. In qualche modo cercavamo di tenerci in forma”.

Che sensazioni hai respirato al ritorno a Castel Volturno? “Sono sensazioni positive. Abbiamo un grande gruppo composto da tanti calciatori. Dovremo fare un grandissimo sforzo quando torneremo a giocare perchè siamo tanto impegnati, e poi ci sarà il caldo che non aiuterà. Però siamo pronti”.

Quando ripartirete avrete dodici partite di campionato: “Il campionato è ancora abbastanza lungo, mancando 12 partite, per cui proveremo a centrare quante più vittorie possibili per andare in Europa League o Champions League”.

In vista della Coppa Italia, Manolas ha detto che al Napoli non deve mancare mentalità vincente: “Si, sono d’accordo. Non sarà facile affrontare l’Inter, anche se abbiamo un piccolo vantaggio. La Coppa Italia resta un obiettivo principale”.

E poi c’è la sfida al Barcellona in Champions: “Sicuramente non sarà facile. Certamente può essere un vantaggio il fatto di giocare in un Camp Nou vuoto, perchè quello stadio pieno fa un certo effetto. Però noi dobbiamo pensare al campo e ce la giocheremo”.

In cosa deve migliorare Politano? “Devo migliorare in fase realizzativa, perchè non sono uno che fa tantissimi gol ed ho le qualità per farne. Devo essere più cattivo negli ultimi venti metri e migliorare anche in fase difensiva”.

Gattuso si aspetta molto da te: “Col mister ho un bel rapporto, appena arrivato mi ha fatto sentire un giocatore importante. E’ un tecnico molto esigente e sto cercando di mettermi a sua disposizione perchè chiede molto ai suoi calciatori. All’Inter avevo giocato poco e niente, per cui mi ha messo subito a mio agio”.

Con Conte giocavi poco e niente, meglio il 4-3-3? “Io al Sassuolo giocavo anche nel 3-5-2 con Iachini, per cui non è tanto un problema di modulo. Conte intende giocare con due punte un pò più stabili e magari non c’era spazio per uno con le mie caratteristiche”.

E’ un Napoli che ha già investito tanto e che vuole continuare a restare ai vertici: “Ce lo auguriamo tutti. La società sta facendo grandi investimenti, la squadra sta venendo su forte e speriamo che possa rispondere sul campo. Speriamo di fare meglio anche del Napoli di Sarri”.

Come vivi la città di Napoli? “La sto vivendo bene. Non l’ho vissuta tantissimo, purtroppo, da quando sono arrivato ma qui c’è il mare, la gente calorosa e mi trovo molto bene. Si vede che qui i tifosi sono molto attaccati alla loro squadra”.

Quando ritorni in Nazionale? “Speriamo il prima possibile. Sto lavorando e debbo fare bene il più possibile qui a Napoli per guadagnarmi il posto da mister Mancini”.

C’è grande feeling con Insigne: “Con Lorenzo ho un bellissimo rapporto, già prima di venire qui. Avevamo legato molto in Nazionale e ritrovarlo qui è stato eccezionale”.

In vista degli Europei del 2021 l’Italia può dire la sua: “E’ una Nazionale forte, un bel mix tra giovani e calciatori più anziani, che può fare molto bene. C’è Chiesa, Orsolini, Verratti, c’è tanto talento”.

Gattuso ti ha chiamato qui a Napoli per la consacrazione? “Sono venuto qui per il progetto ed anche per Gattuso. Per me è un grandissimo trampolino di lancio per rilanciarmi. Diciamo che qualche chiamata del mister per volermi c’è stata”.

Il saluto di Politano alla gente di Napoli: “Prometto di dare sempre il massimo e cercare di esultare il prima possibile tutti insieme”.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *