Napoli Amarcord: che fine hanno fatto i calciatori del primo Mazzarri 2009-2010 ?

L’anno dopo il peggior Napoli dell’era De Laurentiis, quello piazzatosi al dodicesimo posto, la vera rivoluzione arriva con l’esonero di Roberto Donadoni e l’ingaggio di Walter Mazzarri. Un crescendo di emozioni, con tante partite risolte nel finale, ed una serie impressionante di 15 risultati utili consecutivi dal suo esordio in un 2-1 contro il Bologna (in rimonta), fino ad un catastrofico 3-1 in casa dell’Udinese. Una lunga cavalcata conclusasi con la qualificazione in Europa League. Tra l’altro è stata l’unica stagione con Fabio Quagliarella al Napoli: 10 reti per lui.

Questi gli uomini della rosa e cosa fanno oggi

Morgan De Sanctis: Giocherà fino al 2013 con la maglia del Napoli, quando risponderà alla chiamata della Roma. Si ritira nel 2017 dopo aver vinto il campionato francese da secondo portiere col Monaco. Dal dicembre 2018 è un direttore sportivo.

Gennaro Iezzo: ex portiere, ha vissuto tutta la trafila difendendo i pali azzurri, fino alla Serie A. Adesso è un allenatore di calcio ed ha occupato il ruolo di vice dell’Under 19 dell’Avellino fino al 2016.

Matteo Gianello: ex portiere, ritiratosi nel 2012 con ultima stagione al Villafranca, in Serie D. E’ stato squalificato per 1 anno e 9 mesi per calcioscommesse.

Gianluca Grava: ex difensore, dal 2014 è il responsabile del settore giovanile del Napoli.

Salvatore Aronica: ex difensore, prelevato in quella stagione dalla Reggina. Diventerà uno dei perni importanti anche in Champions League qualche anno dopo. Attualmente è allenatore dell’under 17 del Trapani.

Andrea Dossena: Arriva in azzurro dopo due stagioni con la maglia del Liverpool. Al Napoli non riesce a mettersi in mostra come fatto precedentemente con la maglia dell’Udinese. Vincerà la Coppa Italia nel 2011 con il Napoli. Adesso è l’allenatore del Crema in Serie D.

Paolo Cannavaro: ex difensore, capitano per tanti anni del Napoli fino al 2014 per poi andare al Sassuolo. Annuncia il ritiro nel 2017 per assistere il fratello Fabio, alla conduzione tecnica del Guangzhou in Cina.

Leandro Rinaudo: ex difensore, fu prelevato dal Palermo e realizzò anche una rete nell’intertoto. Adesso è un dirigente sportivo proprio del settore giovanile del club rosanero.

Hugo Armando Campagnaro: Uno dei giocatori più amati dai tifosi azzurri, sempre pronto a dare tutto per la maglia. Rimarrà al Napoli fino al 2013 per poi passare all’Inter ed infine al Pescara. Ha da poco annunciato il ritiro dal calcio giocato.

Matteo Contini: ex difensore, rimane a Napoli fino al 2010 per poi provare l’esperienza in Liga con il Saragozza. Torna in A dove vestirà le maglie di Siena e Atalanta. Chiude con la Pergolettese la sua esperienza da calciatore. Dopo aver allenato quest’ultima fino al 2019, viene esonerato a causa degli scarsi risultati.

Fabiano Santacroce: Altro giocatore pescato dal Brescia. In azzurro gioca discretamente ma due brutti infortuni al ginocchio destro prima, e a quello sinistro poi ne minano il rendimento. Attualmente milita in serie C con il Virtus Verona.

Erminio Rullo: ex terzino, attualmente in attività. Gioca con la maglia del Fasano in Serie D

Christian Maggio: l’attuale capitano del Benevento arrivò dalla Sampdoria dopo un’annata favolosa ai blucerchiati. Inconscio di quello che sarebbe diventato per la storia azzurra, cominciava la sua prima annata al Napoli. La Campania non la lascerà più, dopo esattamente 12 anni continua a vivere la sua vita al sud. Con il Napoli, divenuto bandiera, ha conquistato due Coppa Italia e una Supercoppa italiana, vestendo 308 volte la maglia partenopea.

Juan Camilo Zuniga: il colombiano vestirà la casacca azzurra per ben 7 stagioni, fino al 2016. Dopo i Mondiali in Brasile nel 2014, Zuniga non è più tornato ai livelli di un tempo. Ha sempre sofferto di numerosi problemi fisici che hanno condizionato la sua carriera futura. Si è ritirato nel 2018 quando vestiva la maglia dell’Atletico Nacional in Colombia.

Nicolas Amodio: ex centrocampista, ha chiuso la sua carriera al Martina Franca dopo aver vissuto l’esperienza pugliese al Lecce.

Marek Hamsik: Il suo record è stato appena raggiunto da Dries Mertens, ma il capitano azzurro, arrivato dal Brescia nell’estate 2007 detiene ancora il record di presenze con 520 apparizioni. Dopo 12 stagioni decide di tentare una nuova avventura al Dalian dove ritrova il suo ex allenatore Benitez.

Jesus Datolo: non ha inciso particolarmente nel club azzurro, nonostante le alte aspettative al momento del suo acquisto, nel corso di questa stagione, a gennaio. Però c’è un motivo per cui i tifosi lo ricordano con molto affetto: il gol del momentaneo 2-2 a Torino, nell’incredibile rimonta realizzata poi dal Napoli, nell’annata 2009/2010. Attualmente gioca in Argentina, al Banfield.

Walter Gargano: Lega gran parte della sua carriera a Napoli. Arriva dall’Uruguay e divien un perno del centrocampo azzurro. Nel 2015 torna in patria, attualmente gioca nel Penarol.

Luca Cigarini: solo una stagione a Napoli per il centrocampista emiliano, da cui i tifosi si aspettavano grandi cose. Gioca ancora in Serie A a buoni livelli con la maglia del Cagliari.

Raffaele Maiello: centrocampista del vivaio del Napoli, farà il suo esordio contro la Sampdoria nell’ultimo turno di campionato. Attualmente gioca in Serie B con il Frosinone.

Francesco Montervino: ex capitano del Napoli dal 2005 al 2009, poi ha chiuso con la Salernitana fino al 2014. Comincia la sua nuova carriera di DS al Taranto e poi al Nola. E’ ospite di diversi talk-show nelle tv campane. E’ diventato anche ristoratore.

Michele Pazienza: Giocatore d’esperienza che va a rafforzare la mediana azzurra. Dopo tre stagioni va prima alla Juventus e poi al Bologna. Per lui anche due brevi parentesi da allenatore al Pisa e al Siracusa.

Manuele Blasi: ex centrocampista, ha vestito la maglia del Napoli dal 2007 al 2009 e dal 2010 al 2011. Chiude la sua lunga carriera in India. Dopo aver allenato un anno nel campionato maltese, è attualmente senza squadra.

Mariano Bogliacino: centrocampista attualmente in forza al Maldonado, club uruguaiano. Sì, l’ex azzurro gioca ancora a calcio all’età di 39 anni.

German Denis: gioie e dolori, perché il ‘tanque’ con la maglia del Napoli ha mosso i primi passi in Italia, trovando il gol di quell’incredibile 2-2- al San Paolo contro il Milan, nella stagione 2009/2010. Però ecco, contro il Napoli e con la maglia dell’Atalanta, ha fatto soffrire un po’ i suoi ex tifosi. Adesso è il centravanti della Reggina, in Serie C.

Inacio Pià: ex attaccante, oggi procuratore sportivo. Ha giocato fino a pochi anni fa, nel 2016-17, chiudendo con l’Adrense, squadra dell’Eccellenza bergamasca a 35 anni per problemi al ginocchio.

Lorenzo Insigne: il capitano del Napoli fa il suo esordio in maglia azzurra in un Napoli-Livorno giocato il 24 gennaio 2010. Dopo una serie di prestiti alla Cavese, al Lanciano ed infine al Pescara, torna a Napoli diventando uno dei giocatori più rappresentativi.

Erwin Hoffer: ex attaccante, veniva da 3 stagioni con numeri impressionanti nel Rapid Vienna. In azzurro è stata una vera e propria meteora; solo 8 presenze ed una rete per l’austriaco. E’ancora in attività, milita nell’Admira Wacker in Austria.

Ezequiel Lavezzi: Arriva per 5 milioni ed esordisce col botto segnando una tripletta. Nei cinque anni in azzurro fa innamorare il pubblico e contribuisce alla crescita del club, che ritorna in Champions. Dopo l’esperienza al PSG va in Cina all’Hebei e dopo tre stagioni decide di appendere le scarpette al chiodo.

Fabio Quagliarella: sarà la sua unica e ultima stagione con la maglia del Napoli. Accusato di tradimento per il passaggio alla Juventus nel 2010, è stato perdonato quando si è scoperta la triste storia relativa alle minacce subite. E’ stato capocannoniere dello scorso campionato di Serie A con la Sampdoria, squadra in cui tuttora milita.

LASCIA UN COMMENTO

You must be logged in to post a comment.