POGBA-MANCHESTER-UNITED

Non solo Serie A, la situazione e le opinioni delle altre leghe europee

La Serie A ha espresso il suo parere sulla ripresa dei campionati e sulla disputa delle gare europee. La volontà è quella di preferire i campionati nazionali, dato che complessivamente si potrebbero perdere 6 miliardi di euro, a fronte dei 3,5 delle coppe.

Il “Corriere dello Sport” analizza le opinioni degli altri big five, ossia Liga, Ligue 1, Premier League e Bundesliga: anch’essi sperano di riprendere al più presto e vorrebbero contenere le perdite economiche, evitando dolorosi ma necessari tagli al budget.

Situazioni e proposte

Al momento tutte le leghe plaudono al rinvio dell’Europeo. Le situazioni dei vari Stati però non coincidono. I decorsi del virus sono diversi nei vari paesi, variando anche il numero di squadre che partecipa alle competizioni europee.

Gli inglesi, ad esempio, non vogliono sentir parlare di playoff e playout: troppo alto il rischio di ricorsi e di cause milionarie, e cosi la FA farà disputare tutti gli incontri. Anche in Spagna sono fiduciosi, nonostante i numeri parlino di contagio in costante crescita. La Liga ha in mente di controllare i giocatori due settimane prima del ritorno in campo per spazzare via i dubbi, se dovesse servire.

In Germania hanno anch’essi tirato un sospiro di sollievo. La Bundesliga ha meno squadre e quindi c’è maggiore elasticità e speranza di finire prima. La difficoltà è che bisogna tener conto che ci sono ben 5 club a disputare le coppe tra Champions ed Europa League: si spera di finire all’inizio di giugno.

Singolare invece la situazione in Francia: al momento non si parla ancora di date. Le voci parlano di un rinvio addirittura a settembre: la volontà è di limitare al massimo i danni economici, anche se il presidente del Lione Aulas ipotizza la non assegnazione del titolo.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *