_CD_0253

Napoli, il San Paolo in Champions League regala notti magiche contro le big: il clamoroso dato

Napoli, il San Paolo è un fortino in Champions League contro le big: solo due sconfitte, ecco il dato

E’ andata in scena un’ennesima serata magica al San Paolo e in Champions League del Napoli. L’urlo è stato forte e la prestazione è arrivata. Sì, perché gli azzurri – al contrario di quanto anticipato da chi fa pronostici – hanno ingarbugliato il Barcellona. E poco importa se lo ha fatto senza tenere il pallone per un lungo periodo. Gennaro Gattuso in fondo lo ha dichiarato senza troppi giri di parole al margine della sfida: “Ci hanno fatto il solletico”. Ed è vero, il Barcellona al di là di un possesso sterile, ha trovato la porta in una sola occasione. Bravura del tecnico a parte, c’è un dato molto positivo e il merito va anche alla grinta del San Paolo. L’impianto di Fuorigrotta non sta vivendo un periodo particolarmente facile in questa stagione, ma resta un fortino per le notti magiche d’Europa. In Champions, quando va ad affrontare le big, la squadra si esalta. Succede da ben dieci anni, da quando il club ha cominciato a calcare il campo della Champions League.

Napoli, gli azzurri si esaltano al San Paolo quando va in scena la Champions League: solo due sconfitte con le ‘big’ nell’era ADL, c’era Sarri in panchina

All’esordio in Champions League dell’era Aurelio De Laurentiis, nella stagione 2011/2012, gli azzurri si ritrovarono in un girone clamoroso con Bayern Monaco, Manchester City e Villareal. Gli azzurri uscirono imbattuti da tutti e tre i match: le due big vennero tramortite dal clima del San Paolo. I tedeschi furono fermati sull’1-1, mentre il City venne clamorosamente battuto e buttato fuori proprio dagli azzurri, che pareggiarono anche il match d’andata in Inghilterra. Agli ottavi il 3-1 indimenticabile contro i futuri campioni d’Europa del Chelsea.

Nell’edizione del 2014/2015, invece, fu la volta di Arsenal e Borussia Dortmund. Entrambi i club vennero battuti al San Paolo, ma gli azzurri furono beffati ed eliminati per una questione di classifica complessa, chiudendo il girone da terzi e con 12 punti. A Fuorigrotta, ancora, fu la volta di Real Madrid e Manchester City, ma questa volta gli uomini dell’allora tecnico Maurizio Sarri non riuscirono a ottenere un risultato positivo. Ecco, con l’allenatore toscano sono arrivate le uniche due sconfitte in Champions League contro le cosiddette big, al San Paolo.

Con l’approdo di Ancelotti, il San Paolo è tornato a vivere quelle notti magiche: battuto il Liverpool – si sarebbe laureato campione d’Europa – e fermato il Paris Saint-Germain in un pareggio. Discorso analogo per questa stagione in corso, perché gli azzurri hanno battuto ancora una volta il Liverpool e, adesso con Gattuso, hanno fermato anche il Barcellona. Insomma, uno score tutto da invidiare degli azzurri. Il Napoli sa esaltarsi al San Paolo e vorrebbe continuare a vivere serate magiche, come quella andata di scena anche ieri sera contro il Barcellona.

LASCIA UN COMMENTO

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *